Senza vergogna

petkovic2Se ce ne fosse stato ancora bisogno, la sfida europea, oltre che a regalare la��ennesima delusione ai tifosi, ha confermato che la squadra vuole la testa del proprio allenatore. Sicuramente Petkovic non A? esente da colpe, in primis la��aver avallato una campagna acquisti senza senso ben sapendo che il modus operandi societario la��avrebbe indicato come primo responsabile di una situazione che era giA� ampiamente prevedibile, ma di certo la prestazione degli uomini scesi in campo contro il Trabzonspor A? stata di quelle che non lasciano dubbi. Giocatori abulici, senza costrutto ne volontA�. Nemmeno il rispetto di quei pochi tifosi presenti allo stadio li ha fatti smuovere dalla loro presa di posizione, che nulla ha a che spartire con quella tanta blasonata professionalitA� sbandierata al momento dei vari rinnovi contrattuali. A�Verissimo che il gioco latita, che il mister A? in preda ad una profonda confusione, ma A? innegabile che nessuno fa nulla per aiutarlo. Oltre la modestia tecnica di diversi giocatori titolari, soprattutto nel reparto difensivo, la squadra risulta ferma senza alcuno stimolo. Anderson immobile, Ederson addirittura irritante tanto per fare due nomi. Errori macroscopici, gioco senza palle del tutto assente, senza suggerimenti ed errori banalissimi. Ancora una supremazia sterile che porta al nulla. La gara con i turchi scivola via noiosa e scontata, con i protagonisti che non hanno alcuna intenzione di onorare quella maglia storica che hanno la fortuna di indossare. Solo Radu e KeytA� sembrano uscire da questo coro vergognoso, predicando nel deserto e trovando stucchevoli ostacoli tra i propri compagni. Forse ora A? chiaro perchA� Klose non stia giocando molto in questo periodo, A? evidente che sa di giocare contro la squadra ormai schierata contro il mister. Non a caso la reazione proprio del panzer tedesco, subentrato verso la fine che dopo una sgroppata in dribbling dentro la��area non ha trovato nessuno dei suoi compagni al centro che lo avesse accompagnato. Sguardo al cielo ed imprecazione con tanto di calcio sul palo a testimonianza di una situazione che meriterebbe il licenziamento in tronco della maggioranza dei titolari. Klose A? apparso da solo, cosA� come le giocate del talento KeitA�, soffocate dalla vanificazione e dal mancato sostegno dei compagni. Quello che sta succedendo alla��interno dello spogliatoio A? davvero grave, il baratro della B A? dietro la��angolo e qualcuno pensa di abbandonare la nave od assumerne indegnamente il comando. La��epilogo A? ormai lo stesso da diversi mesi, i tifosi laziali che sbeffeggiano i propri calciatori con gli a�?olA?a�? ad ogni loro passaggio fino ai fischi finali ed i cori contro tutto e tutti, a partire dalla societA� prima vera responsabile di tutto lo scempio a cui si sta assistendo. Significativo il gesto eloquente proveniente da tutti i settori dello stadio con il quale si invitava la squadra ad andarsene senza presentarsi sotto la curva. Almeno questa volta la��ennesima presa in giro A? stata evitata. Ascolteremo comunque le solite parole di circostanza ma la situazione A? al collasso. Ed il futuro non promette nulla di buono.

Massimiliano Marsili

About Massimiliano Marsili

View all Posts

Romano de Roma, è ormai prossimo alle 50 primavere. Dopo la famiglia, la vita all'aperto è stato da sempre il suo secondo amore. Una vita nello sport con il grande hobby del giornalismo sportivo. Per poco non è diventata la principale attività lavorativa ma la passione non si è mai sopita. Basket e Calcio hanno rappresentato ed in parte tutt'ora lo sono parte della sua vita.... sport praticati a tutti i livelli, giocatore allenatore ed arbitro. Parimenti le esperienze radiofoniche con diverse emittenti e strutture locali e nazionali, sia web che FM. Laziale doc, amante di tutto il movimento biancoceleste che segue in diversi siti e blog. Con grande piacere ed entusiasmo si è lasciato coinvolgere dal progetto di SportBloggers.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.