Serie B, 26esima giornata: Avellino pari beffa a Varese

FURTO

Per la��ennesima volta in questa stagione, irpini scippati di due punti dalla a�?manifesta incapacitA�a�? della terna arbitrale. Volano Empoli, Cesena e Trapani. Rallenta il Palermo. Saltano le panchine di Juve Stabia e Pescara

Dopo la scoppola rimediata in casa contro il Lanciano, la��Avellino a Varese ha cercato il riscatto, ma dalla Lombardia gli irpini sono tornati con un solo punto e con la��amaro in bocca per una vittoria scippata al foto-finish che fa scivolare i biancoverdi dal terzo al sesto posto in classifica. Gli uomini di Rastelli sfoderano una delle migliori prestazioni della stagione in trasferta tenendo bene il campo, bloccando ogni manovra biancorossa, non correndo mai pericoli, creando numerose occasioni da rete e trovando la rete del vantaggio con una pregevole punizioni di Cianoa�� poi quando i tre punti sembravano ormai in cassaforte, al 94esimo minuto la��atroce beffa: calcio da��angolo innocuo dalla sinistra, sul pallone esce in presa alta il portiere Terracciano che viene ostacolato e chiuso in sandwich da due avversari nella��area piccola, perdendo cosA� A�il pallone che finisce in rete. Carica sul A�portiere nettissima, ma goal incredibilmente convalidato dal signor Manganiello di Pinerolo tra le proteste reiterate e veementi dei calciatori biancoverdi che giA� nel primo tempo si erano A�visti scippati una rete che solo la��arbitro e il guardalinee non hanno visto oltrepassare abbondantemente la linea bianca. Ea�� la solita storia: la manifesta incapacitA� della terna arbitrale penalizza una squadra che ha dato la��anima in campo e meritava ampiamente i tre punti. Solo una strana coincidenza che a coadiuvare A�il signor Manganiello ci fosse come quarto uomo Daniele Chiffi (la��arbitro che nel girone da��andata finA� nella��occhio del ciclone per la direzione della gara Siena a�� Avellino, con espulsioni e rigori non visti a tutto danno dei lupi e che consentirono ai toscani di conseguire una vittoria insperata e immeritata)?

Sta di fatto che per la��ennesima volta in questa stagione la��Avellino si ritrova a recriminare per situazioni solari che hanno arrecato danni in termini di punti e morale. Certo Da��Angelo & compagni avrebbero dovuto chiudere prima la partita, magari risultando piA? cinici sotto porta, e gestire meglio i minuti finali. Ma ciA? non toglie che i torti ci sono stati e il danno purea�� Cosa fare? Protestare con chi di dovere? Ma servirebbe a qualcosa? Non si corre il rischio che ciA? possa essere controproducente? Difficile avere delle risposte.

Non vogliamo e non possiamo pensare alla malafede, nA� dar credito a chi ritiene che nel a�?palazzoa�? qualcuno cercherebbe di avvantaggiare squadre blasonate e ricche a danno di altre definite a�?scomodea�?, nA� credere che taluni giornalisti nazionali di proposito tacciano o facciano finta di nulla dinanzi a certe chiarissime situazioni.

Il problema perA? ca��A? ed A? palese: ogni turno di campionato A? contrassegnato da sviste clamorose. La classe arbitrale della serie cadetta A? scadente e ciA? non assicura la regolaritA� del campionato, minando progetti non solo di squadre, ma di aziende che registrano fallimenti per cause esterne e non preventivabili. Dalla��alto della sua carica Andrea Abodi, presidente della Lega di serie B, deve fare qualcosa perchA� la situazione sta diventando pesante, il sistema sta andando a rotoli e presto potrebbe collassare in tutti i sensi. E sarebbe un peccato perchA� la serie B, oltre ad essere molto seguita, A�A? una risorsa importante nella grande macchina del calcio professionista e il torneo si conferma affascinante e avvincente.

Anche nella 26esima giornata non sono infatti mancate le sorprese. A cominciare dal posticipo di venerdA� che ha visto il Crotone di Drago vincere di misura e su rigore contro il Brescia, salendo al settimo posto in piena zona play off. Colpaccio del Cesena che grazie alla reti di Krajnc e Rodriguez allo scadere, espugna il campo del Carpi e sale al terzo posto in classifica portandosi a tre soli punti dalla vicecapolista Empoli che pure ha vinto a Padova con una rete del solito Maccarone. Pari interno per i primi della classe del Palermo che non sono riusciti ad andare oltre la��1 a 1 con un coriaceo Spezia. Sempre piA? sorprendente A�il Trapani che batte con un secco 2 a 0 il Modena, scavalca la��Avellino in classifica e si porta al quarto posto in coabitazione con il Lanciano che ha invece impattato sullo 0 a 0 con il Latina. Pari per 2 a 2 tra Ternana e Siena con le fere incapaci di gestire il doppio vantaggio di Antenucci e Litteri. Punti pesanti per il Novara che, dopo tre sconfitte consecutive, ritrova la vittoria con una rete del redivivo Sansovini, nella sfida salvezzaA� contro la Reggina. Sprecona la Juve Stabia, che nel primo tempo fallisce un rigore, poi con un uomo in piA? trova il vantaggio con Sowe, ma non riesce a gestirlo consentendo al Cittadella di tornare a casa con un punto prezioso che costa perA? la panchina al tecnico Pea (richiamato in panca Braglia). E la sesta sconfitta consecutiva del suo Pescara, vale la��esonero anche a mister Marino che a Bari si gioca male la sua possibilitA� di restare alla guida dei delfini arrendendosi alla rete di Joa Silva. Nelle prossime ore verrA� annunciato il neo tecnico biancoazzurro: Jaconi o Cosmi. Chiunque sarA� sabato pomeriggio affronterA� un cliente non facile: quella��Avellino arrabbiato per quanto accaduto a Varese e che in settimana proverA� a trasformare la sua rabbia in carica positiva per ritrovare quella vittoria che manca da cinque giornate. Staremo a vedere…

 

Risultati e marcatori della 26^ GIORNATA:

Bari – Pescara 1-0 (30a�? st Joao Silva)

Carpi – Cesena 1-2 (29a�? pt Ardemagni – 39′ pt Krajnc – 46a�? Rodriguez).

Juve Stabia – Cittadella 1-1 (14a�? st Sowe – 34a�? st F.Scaglia)

Lanciano – Latina 0-0

Novara – Reggina 1-0 (28a�? pt Sansovini)

Padova-Empoli 0-1 (36a�? pt Maccarone)

Ternana – Siena 2-2 (3a�? st Antenucci – 10a�? st Litteri – 26a�? Rosina – 40a�? st Rosseti)

Trapani – Modena 2-0 (10a�? pt Basso – 24a�? st Mancosu)

Varese – Avellino 1-1 (11a�? st Ciano – 49a�? st Terracciano)

Palermo a�� Spezia 1-1 (16a�� pt Hernandez a�� 42a��st Scozzarella)

 

Classifica:

Palermo A�47, Empoli 45, Cesena 42, Trapani e Lanciano 41, Avellino 40, Latina, Spezia e Crotone 39, Brescia 37, Carpi* e Siena 35, Pescara 34, Varese 33, Modena 32, Ternana 31, Bari 29, Novara 27, Cittadella e Reggina 22, Padova* 21, Juve Stabia 15

* una partita in meno

Nicola Iannaccone

About Nicola Iannaccone

View all Posts

"In una serata primaverile di un lontano aprile del XX sec., nasceva nella ridente e verde Avellino, Nicola Iannaccone, per tutti NIKO… l’insegnante precario, l’archeologo fossilizzato, il giornalista sfaccendato, il fotografo movimentato, l’incallito viaggiatore, l’inguaribile sognatore, l’autista impaziente, il calciatore scalciato, il Gascoigne misurato, il tennista smanettato, lo sportivo attapirato, ma soprattutto il tifoso sfegatato. Di chi? Dei lupi biancoverdi ovviamente, che non hai mai tradito, né abbandonato, al punto da aver fatto richiesta per avere residenza e domicilio presso la curva Sud del Partenio!"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.