Siligardi al 95° punisce un Milan penoso (2-1)

hellass-300x217

Il Verona affronta per la penultima partita tra le mura amiche il nuovo Milan di Christian Brocchi; formazione tipo con Gollini in porta, difesa a 4 con Moras Bianchetti Pisano e Albertazzi, centrocampo con Marrone Ionita e Wsolek a supporto di Pazzini Siligardi e Rebic (per Toni ancora panchina)!

Il Milan parte subito bene ma il Verona reagisce con Pazzini che dopo un fantastico lancio di Albertazzi, calcia addosso a Donnarumma (migliore in campo per i rossoneri a mio avviso).
Gol sbagliato, gol subito: tiro da fuori area da parte del Milan, Gollini non trattiene e Menez la butta dentro, 1 a 0 per gli ospiti.

Inizia la ripresa e le azioni per il Verona non mancano, prima il solito Pazzini e poi Siligardi non trovano la rete anche grazie ad un super Donnarumma che tiene la porta inviolata; nulla può però poco più tardi sul calcio di rigore concesso dall’arbitro che riporta il risultato in parità e meritatamente aggiungo.

La beffa, per i “poveri” rossoneri, arriva al 95′: punizione ottima di Siligardi che la mette là dove nemmeno l’ incolpevole ma ottimo Donnarumma può arrivare. È 2 a 1.

Esplode il Bentegodi che vede la quarta vittoria del campionato. Vittoria amara però, qualche ora più tardi con la vittoria del Carpi sull’Empoli, il Verona è matematicamente in Serie B.

Un grazie a i giocatori, staff e società per aver disonorato per un’intera stagione una maglia e una piazza come Verona, sarete ricordati per sempre ma di certo non nella bacheca dei trionfatori!

Stefano Saleri

About Stefano Saleri

View all Posts

Italiano di nascita, veronese per fortuna. Nato nel 1991, appassionato di sport e di informatica. Da sempre amante dei colori gialloblu dell' Hellas Verona, gira su e giù, destra e sinistra, in lungo e in largo l'Italia (sperando il prima possibile anche in Europa) a seguito della propria squadra del cuore. Decide di tatuarsi per ben due volte il Verona sulla pelle ancora quando stava nei bassifondi della Lega Pro (ex serie C). La passione non si esaurisce da spettatore perchè la domenica diventa portiere di calcio a 11. Fra le tante passioni, colleziona sciarpe delle squadre di tutta europa, che compra negli stadi in cui fa visita (tra cui lo Stamford Bridge e Upton Park di Londra, il Parc des Princes di Parigi, il Camp Nou di Barcellona, l'Allianz Arena di Monaco e lo Yankee Stadium di New York).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*