Super Cittadella: 3 goal alla��Avellino

image7-1240x751

La squadra di mister Foscarini dopo essere passata in svantaggio annichilisce i lupi, trascinata da uno strepitoso Sgrigna. Il Perugia A? la��unica squadra a punteggio pieno!

La��Avellino torna dalla trasferta di Cittadella con zero punti, tre palloni sul groppone e la consapevolezza di dover a�?volare bassoa�?. Il profilo alto nuoce ai biancoverdi. E forse bene farebbe la societA� e lo staff tecnico a rimodulare gli obiettivi stagionali. Non si tratta di una bocciatura, ma di una presa di coscienza: questa squadra puA? raggiungere una salvezza tranquilla, ma da qui a dire che puA? migliorare il piazzamento della scorsa stagione ce ne passaa�� e si badi bene, non si tratta di una bocciatura o della volontA� di aprire un inutile e controproducente processo con soli 180 minuti sulle gambe. Ma occorre quanto prima tornare coi piedi per terra. Ritrovare quella compattezza, umiltA�, concentrazione e fame che hanno contraddistinto i lupi nelle ultime due stagioni e che sono valsi tanti successi e soddisfazioni.

Troppo brutto per essere vero la��Avellino visto al Tombolato: difesa distratta, quasi sbandata in alcuni frangenti della gara; centrocampo lento, abulico, macchinoso, mai propositivo; attacco leggerino e sterile. Eppure dopo il rigore fallito dai veneti su una grossa ingenuitA� di Bittante in area, il vantaggio iniziale firmato su penalty da Castaldo aveva illuso tutti… calciatori biancoverdi compresi che dopo pochi minuti si sono fatti infilare da un micidiale uno-due firmato Pellizzer a�� Sgrigna, bravi ad approfittare di due leggerezze imperdonabili. Solo la bravura di Gomis ha tenuto a galla i lupi fino al 3 a 1 finale che ha chiuso una gara iniziata bene, ma finita malissimo, che ha evidenziato le stesse identiche carenze viste contro la Pro Vercelli.

In settimana, in vista del match contro lo Spezia, occorrerA� meditare sugli errori commessi in terra veneta, apportare dei correttivi tattici e perchA� no, provare anche a cambiare alcuni interpreti, ma soprattutto bisognerA? ritrovare quello spirito combattivo che puA? fare la differenza. A tutto il resto ci penseranno i soliti encomiabili tifosi, che anche domenica hanno dato spettacolo ben oltre il 90esimo sulle tribune del Tombolato e che sabato pomeriggio saranno pronti a suonare la carica e trascinare la squadra alla conquista dei tre punti.

 

Il riassunto della seconda giornata

La seconda giornata del torneo cadetto si A? aperta sabato con la vittoria casalinga del Latina contro il Crotone grazie alla rete della��ultimo arrivato Sforzini e con la sconfitta interna del Brescia contro il Livorno. Ancora una prestazione sottotono per il blasonato Bologna che non A? andata oltre al pareggio contro laA�neopromossa Virtus Entella, che puA? anche recriminare per un calcio di rigore solare.A�Ottima la prova del Carpi che riesce a ribaltare il risultato con ilA�Varese, passando dalla�� 1-2 della��intervallo al 4-2 nella ripresa.Bella anche la vittoria del Lanciano che supera 2-0 il Modena con doppietta di Gatto.A�Pari e patta invece tra Ternana e Pescara. Alla��esordio in campionato, parte male il ripescato Vicenza che cede nel finale 2-1 contro un TrapaniA�ridotto in 10. Clamoroso il crollo del Catania a Vercelli: gli etnei passano in vantaggio con Martinho, si fanno sorpassare, pareggiano e infine si inchinano alla punizione di Ronaldo che fissa il risultato sul 3 a 2 finale. Inaspettato anche il risultato del posticipo serale di scena al San Nicola di Bari, dove i padroni di casa sono stati superati da un sorprendete Perugia, unica squadra a punteggio pieno e dunque capolista solitaria.

 

Risultati e marcatori 2^ giornata:

 

Bari – Perugia 0-2

28′ (1T) Falcinelli

32′ (2T) Del Prete

Bologna – Virtus Entella 1-1

3′ (1T) Sansovini (V)

9′ (2T) Cacia (B)

Brescia – Livorno 0-1

33′ (2T) Minelli (Autorete)

Carpi – Varese 4-2

11′ (1T) Petkovic (V)

19′ (1T) Mbakogu (Rigore) (C)

41′ (1T) Pereira (V)

11′ (2T) Poli (C)

13′ (2T) Gagliolo (C)

21′ (2T) Lollo (C)

Cittadella – Avellino 3-1

28′ (1T) Castaldo (Rigore) (A)

30′ (1T) Pellizzer (C)

33′ (1T) Sgrigna (C)

28′ (2T) Gerardi (C)

Latina – Crotone 1-0

34′ (2T) Sforzini

Pro Vercelli – Catania 3-2

33′ (1T) Martinho (C)

15′ (2T) Marchi (P)

27′ (2T) Belloni (P)

33′ (2T) Rosina (Rigore) (C)

37′ (2T) Ronaldo (P)

Spezia – Frosinone 2-1

7′ (1T) Ebagua (Rigore) (S)

11′ (1T) Ciofani (Rigore) (F)

30′ (1T) Culina (S)

Ternana – Pescara 1-1

38′ (1T) Ceravolo (T)

10′ (2T) Pasquato (P)

Trapani – Vicenza 2-1

4′ (1T) Terlizzi (T)

15′ (2T) Cocco (V)

40′ (2T) Pagliarulo (T)

Virtus Lanciano – Modena 2-0

28′ (1T) Gatto

1′ (2T) Thiam

 

Classifica:

PerugiaA� 6 punti

Carpi, Lanciano, Cittadella, Ternana, Livorno e TrapaniA� 4 punti

Latina*, Pro Vercelli, Spezia, Bari, Frosinone e AvellinoA� 3 punti

Pescara e Varese (-1)A� 2 punti

Catania, Bologna, Modena, Virtus EntellaA� 1 punto

Vicenza*, Brescia e CrotoneA� 0 punti

* una partita in meno

Nicola Iannaccone

About Nicola Iannaccone

View all Posts

"In una serata primaverile di un lontano aprile del XX sec., nasceva nella ridente e verde Avellino, Nicola Iannaccone, per tutti NIKO… l’insegnante precario, l’archeologo fossilizzato, il giornalista sfaccendato, il fotografo movimentato, l’incallito viaggiatore, l’inguaribile sognatore, l’autista impaziente, il calciatore scalciato, il Gascoigne misurato, il tennista smanettato, lo sportivo attapirato, ma soprattutto il tifoso sfegatato. Di chi? Dei lupi biancoverdi ovviamente, che non hai mai tradito, né abbandonato, al punto da aver fatto richiesta per avere residenza e domicilio presso la curva Sud del Partenio!"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.