Tanke Denis torna al gol, una Dea dilagante e sprecona abbatte la Samp (2-1)

Image00002

Grande serata per i tifosi atalantini. Dopo una prestazione convincente l’Atalanta batte la Sampdoria e si porta al 6° posto in classifica. Partita straordinaria per intensità e qualità del gioco, con la squadra di Zenga dominata in ogni parte del campo. La squadra ha dimostrato un’aggressività, un coraggio, un’intensità che se mantenute in futuro porteranno grandi frutti. La Samp è costretta a rincorrere affannosamente per tutta la gara con i nerazzurri che fanno possesso palla,creano occasioni e manovrano fraseggiando di prima con la palla a terra. I giocatori di tutti i reparti appaiono solidi ed in ogni zona del campo il confronto con i rivali si conclude senza storia. Quasi tutto il primo tempo si gioca nella metà campo avversaria con qualche sporadico tentativo di ripartenza mediante lanci lunghi per gli attaccanti doriani che non impensieriscono mai i granitici centrali nerazzurri. Il gol del vantaggio arriva al 7’ del primo tempo con una clamorosa autorete di Moisander che liscia un traversone da sinistra del superbo Dramè. Il terzino gioca la sua centesima in A che lo vede sicuramente tra i migliori con corse a perdifiato e chiusure perfette ad esaltare il pubblico. Tutti bravissimi nella serata casalinga,molto bene la difesa che ha trovato due grandi acquisti nei centrali, centrocampo che detta i ritmi con De Roon a mostrare sempre un’intelligenza calcistica non comune. Come al solito Sportiello ci regala la parata della serata che da vedere e’ spettacolo puro. Al 25’ della ripresa Soriano calcia una fucilata che il portiere nerazzurro vola a deviare con un riflesso incredibile all’incrocio dei pali ( questo è un campione ). Solità qualità da parte dei due esterni che giocano sempre palla incollata al piede e testa alta. Buona conferma per il giovanissimo Grassi che gioca la sua terza partita di fila da titolare dimostrandosi in crescita continua. Peccato per l’infortunio di Pinilla che abbandona il campo in favore di Denis che gioca una buona gara con molto impegno segnando anche il gol definitivo dopo triangolo con Maxi. Unico appunto a questa Atalanta e’ quello di non essere riuscita a concretizzare la sua manovra nel primo tempo quando ha creato tanto senza finalizzare il suo gioco. Molto bene quindi, attendiamo la sfida in casa della capolista Fiorentina che si giocherà sempre di sera sperando che sia di buon auspicio.

Paolo Vavassori

About Paolo Vavassori

View all Posts

Nato a Bergamo, classe 1967 (la stessa di Roby Baggio e scusate se è poco). Leggo la stessa anche di Gigi D'Alessio (scusate e basta). Da piccolo gioca a calcio ed è una promessa (con se stesso). Ripiega da subito su sport più statici per passare ben presto allo sport parlato e scritto. Folgorato dalla stella Maradona che conosce di persona (conserva gelosamente una fotografia ricordo dell ' 89 che lo ritrae con il Pibe a ricordo anche della propria capigliatura). Folgorato molto prima dalla Dea Atalanta che segue da sempre e continuerà a seguire (sempre più spesso dal divano di casa). Appassionato di golf e fotografia ha come sogno quello di poter fotografare una partita di serie A da bordo campo con la sua mitica Canon (ma ci stiamo lavorando).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*