Taxi in “zona Cesarini” annienta un buon Cagliari (1 – 0)

Image00001Il Verona vince e convince in casa contro il Cagliari di Zeman: un gol allo scadere del greco Tachtsidis, uno dei pupilli del boemo che aveva tanto voluto tre stagioni fa nella capitale condanna i sardi a tornare a casa con zero punti.

Si gioca l’anticipo della sesta giornata di Serie A, il Verona ospita il Cagliari e scende in campo con la formazione tipo; Rafael dopo due giornate torna a difendere i pali gialloblu (da portiere faccio i miei complimenti a Gollini, classe ’95 per aver sostituito il brasiliano), Marques e Marquez centrali con Agostini e Moras terzini, centrocampo a 3 con il greco Tachtsidis, Campahnaro e la rivelazione Ionita, la davanti il solito Toni con Nico Lopez e Gomez.
Partono meglio i sardi giA� al primo minuto con Rafael che salva il Verona, ma sono proprio i padroni di casa che passano in vantaggio su un’azione corale ma soltanto il guardialinee nega la festa; sull’ottimo cross di Campahnaro, Nico Lopez serve involontariamente Toni che la mette dentro (e quando mai non l’ha fatto!). Gol regolarissimo annullato!
Si fa vivo anche il Cagliari prima con Ceppitelli che di testa sbaglia la porta di un nulla, poi con Cossu (bravo ma soprattutto intelligente ed orgoglioso Cossu che nel secondo tempo battendo un calcio d’angolo sotto la sua vecchia Curva Sud mostra fiero la fascia di capitano cagliaritana) ma nulla da fare per i ragazzi di Zeman, oggi non si passa.
Nella seconda frazione di gioco Mandorlini mette in campo Jankovic (impressionante la cattiveria calcistica con cui A? entrato in campo), e Halfredsson (ritornato dopo una settimana di permesso speciale per aver perso il padre) e sono i cambi giusti; dopo tre minuti e il serbo calcia da 35 metri e prende l’incrocio dei pali. Successivamente Jankovic salta Balzano e serve la testa di Luca Toni che lasciato solo cerca ti metterla dentro, altra traversa a portiere battuto.
A un minuto dalla fine la svolta, su una rimessa laterale la palla involontariamente arriva all’islandese Halfredsson che serve Panagiotis Tachsidis che calcia un sinistro potentissimo e pallone in fondo la rete battendo l’incolpevole Cragno. Dopo un primo tempo tempo in cui i sardi meritavano di piA?, giustaA�vittoria per i gialloblu autori di una fantastica ripresa.
Hellas a quota 11 A�in classifica….alte e meritate sfere
Una gran bella partita in cui l’ha spuntata la miglior squadra, avanti cosA�, avanti Verona!
Stefano Saleri (dalla curva Sud)

Stefano Saleri

About Stefano Saleri

View all Posts

Italiano di nascita, veronese per fortuna. Nato nel 1991, appassionato di sport e di informatica. Da sempre amante dei colori gialloblu dell' Hellas Verona, gira su e giù, destra e sinistra, in lungo e in largo l'Italia (sperando il prima possibile anche in Europa) a seguito della propria squadra del cuore. Decide di tatuarsi per ben due volte il Verona sulla pelle ancora quando stava nei bassifondi della Lega Pro (ex serie C). La passione non si esaurisce da spettatore perchè la domenica diventa portiere di calcio a 11. Fra le tante passioni, colleziona sciarpe delle squadre di tutta europa, che compra negli stadi in cui fa visita (tra cui lo Stamford Bridge e Upton Park di Londra, il Parc des Princes di Parigi, il Camp Nou di Barcellona, l'Allianz Arena di Monaco e lo Yankee Stadium di New York).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.