The king is back…

federerIl re è tornato, alla faccia di tutti quelli che dicevano fosse un giocatore finito!
A Dubai, Federer torna a trionfare con una prestazione sublime contro un buon Berdych che nulla ha potuto di fronte ad un campione senza tempo.
Incommensurabile lo ha definito il telecronista, di fronte ad una prestazione da fuoriclasse del Roger dei tempi d’ oro.
Lo svizzero vince in rimonta al terzo set 3-6 6-4 6-3 e si aggiudica il 78° torneo in carriera scavalcando il grande McEnroe!
Il match è la fotocopia della semifinale vinta contro Nole sempre in rimonta 3-6 6-3 6-2, dove lo spettacolo è stato intenso.
La cura Edberg funziona e i problemi fisici che sembrano passati regalano ai paganti giocate spettacolari degne di uno dei piu’ grandi talenti della storia di questo sport.
Quello che più ha colpito è stata la capacità di rimontare quando sembravano due partite ormai perse contro tennisti piu’ giovani e attualmente più in forma.
Ma la capacità di variare il gioco e di imporre i propri colpi a seconda dell’ avversario creando una superiorità anche psicologica, dimostrano come in questo sport oltre alla tecnica serve la testa e la caparbietà che sono caratteristiche che appartengono solo a pochi interpreti, tra cui Federer.
Il 2014 è partito alla grande con la conquista di questo ATP 500 e i tifosi si augurano sia solo il primo del re, perchè al di là dei numeri quello che conta è continuare a vedere questo grande campione per almeno altri dieci anni..

Luca Villa

About Luca Villa

View all Posts

Nato sulle rive del Po, classe 1975, dopo l'esperienza nella gloriosa "Folgore", lavora ad oggi con entusiasmo nel settore del riscaldamento. Nel tempo libero la sua passione è il tennis, che segue e pratica a livello dilettantistico dove con rara caparbietà (non molla mai) si toglie qualche soddisfazione, per dare un senso al rincorrere una pallina ed ai litigi con la fidanzata.