Tris del Perugia: lupi al tappetto

Ac Perugia 2016 2017 Campionato Serie B Con Te.it Perugia Stadio "Renato Curi" Perugia vs Avellino Riproduzione vietata senza il consenso dell'autore info@settoncephotoagency.com

Ac Perugia 2016 2017 Campionato Serie B Con Te.it
Perugia Stadio “Renato Curi”
Perugia vs Avellino
Riproduzione vietata senza il consenso dell’autore
info@settoncephotoagency.com

Una doppietta di Di Carmine e la rete di Monaco stendono un Avellino abulico, deconcentrato e mai in partita. Sabato arriva lo Spezia e per mister Toscano potrebbe essere la��ultima chiamata.

UmiltA�, pazienza, cattiveria e concentrazione. Con questi quattro ingredienti il Perugia di Bucchi ha centrato la sua terza vittoria consecutiva battendo un Avellino non pervenuto che A? stato in balia dei grifoni praticamente per tutto il match.A� Le statistiche in tal senso parlano chiaro: 58% di possesso palla e 12 tiri in porta per i padroni di casa contro il 42% di possesso degli irpini, autori di soli 6 tiri, la metA� dei quali nello specchio. Dati impietosi che ben delineano la��andamento di un match a senso unico che gli umbri hanno chiuso giA� nel primo tempo grazie alle reti di Monaco e Di Carmine, bravi a sfruttare la blanda marcatura di un disastroso Diallo, per poi mettere in cassaforte i tre punti nella ripresa sempre con il numero 10 biancorosso.

Irritante la��atteggiamento degli uomini di mister Toscano che, dopo la discreta prestazione contro la Pro Vercelli, hanno nuovamente palesato tutti i loro limiti tecnici e caratteriali. Ma lo stesso allenatore, schierando la squadra con un a�?pocoa�? mascherato 4-4-2 al posto del consueto 3-5-2, ha dimostrato di non aver ancora chiare le idee su come mettere in campo una squadra evidentemente alla ricerca della sua identitA�. Ea�� pur vero che una formazione deve essere capace di adattarsi alla��avversario e dunque avere la capacitA� di essere camaleontica, ma la��impressione A? che regni la confusione nella testa del mister e dei suoi stessi calciatori che mal recepiscono i suoi dettami e la sua filosofia. A�O meglio lo dimostrano a sprazzia�� e allora il problema potrebbe essere la��immaturitA� di una squadra giovanissima, fatta di tanti, forse troppi calciatori stranieri, capaci di prestazioni eccezionali, ma anche disastrose, specie quando non ca��A? la giusta amalgama, concentrazione e cattiveria, proprio come accaduto in terra umbra.

Se poi a ciA? aggiungiamo il fatto che dalla��inizio della stagione A�i continui infortuni (ultimo quello di Ardemagni) e le convocazioni in nazionale non hanno mai consentito di poter schierare la stessa formazione e di poter contare contemporaneamente su tutti i presunti titolari, e che a centrocampo A? innegabile che manchi qualcosina in termini di qualitA� e quantitA�, ecco che il quadro della��attuale situazione della��Avellino risulta molto chiaro e lineare.

E allora, come gran parte della tifoseria richiede a gran voce, A? giusto esonerare Toscano alla luce di quello che fu anche la��avvio dei lupi nello scorso anno? Quando alla��ottava giornata i biancoverdi avevano gli stessi punti e occupavamo ugualmente il penultimo posto in classifica? Probabilmente noa�� bisogna ancora dare fiducia ad un progetto societario che guarda lontano e i cui frutti potranno essere raccolti solo in prospettiva. A�Duqnue avanti con pazienza, sacrificio, sudore, umiltA�, concentrazione e un poa�� di buona fortuna che non guasta mai. E sotto con lo Spezia, sperando di vedere un Avellino, finalmente degno dei suoi encomiabili tifosia��

 

Nicola Iannaccone

About Nicola Iannaccone

View all Posts

"In una serata primaverile di un lontano aprile del XX sec., nasceva nella ridente e verde Avellino, Nicola Iannaccone, per tutti NIKO… l’insegnante precario, l’archeologo fossilizzato, il giornalista sfaccendato, il fotografo movimentato, l’incallito viaggiatore, l’inguaribile sognatore, l’autista impaziente, il calciatore scalciato, il Gascoigne misurato, il tennista smanettato, lo sportivo attapirato, ma soprattutto il tifoso sfegatato. Di chi? Dei lupi biancoverdi ovviamente, che non hai mai tradito, né abbandonato, al punto da aver fatto richiesta per avere residenza e domicilio presso la curva Sud del Partenio!"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.