Una Lazio piccola piccola

Juventus - LazioDopo la debacle di Bergamo il patron Lotito aveva tuonato contro la squadra ma soprattutto contro il mister. Si chiedevano due immediate vittorie per il pronto riscatto. Ma la prima ghiotta occasione la Lazio la��ha subito fallita. Neanche contro i modestissimi ciprioti della��Apollon la truppa di Petkovic ha saputo invertire la rotta riuscendo alla fine a far festeggiare i tifosi locali per la conquista per loro di un pareggio da��oro. A nulla sono valse le esortazioni di quei fedelissimi supporter biancocelesti che presenti nonostante tutto a Limassol con le quali si invitava la squadra a mostrare i propri attributi. Abulici e svogliati i giocatori laziali invece hanno dimostrato ancora una volta tutti i propri limiti. Limiti di una rosa inadeguata con elementi davvero fuori forma ed avulsi da ogni schema tattico. Di tattica effettivamente se ne A? vista davvero poca, e quei rari sussulti ed occasioni costruite e fallite sono state per lo piA? frutto tutte di spunti personali del singolo giocatore. La Lazio ha ovviamente mantenuto il comando delle operazioni, del resto il tasso tecnico era notevolmente superiore . Hernanes ed Ederson hanno fallito diverse occasioni favorevoli, Floccari non pervenuto mentre un imbarazzante Cavanda ha concesso almeno un paio di opportunitA� anche agli increduli giocatori di casa. Stilare una sorta di classifica di merito del singolo A? assolutamente arduo perchA� ad eccezione del solo KeitA� e del rientrante Radu (che in assenza di sostituti A? stato costretto a reggere i novanta minuti) A? difficile individuare il peggiore. Senza gioco e senza carattere la Lazio sembra continuare nella sua caduta libera. Troppo brutta per essere vera? Forse, ma questo A? un percorso negativo iniziato giA� da tempi non sospetti al quale nessuno ha voluto porre rimedio. Petkovic ormai primo bersaglio delle critiche per scelte e tempistiche, un disastro annunciato giA� dopo la fase finale dello scorso campionato, dopo gli esiti del nullo mercato estivo ma soprattutto privo della��appoggio dello spogliatoio. Anche la prestazione di Cipro sembra dimostrare la poca voglia del gruppo di salvare il proprio mister. Sebbene la qualificazione, almeno per ora, non appare compromessa, questo pareggio aumenta il malessere di una squadra che allunga cosA� la sua striscia senza vittorie, con particolare riguardo a quelle esterne. Ora ca��A? il Cagliari, forse la��ultima chiamata per il tecnico biancoceleste ed il clima si fa sempre piA? rovente. Che tutti si assumino le proprie responsabilitA� ma soprattutto, come chiedono i tifosi, che si lotti per questa maglia.

Massimiliano Marsili

About Massimiliano Marsili

View all Posts

Romano de Roma, è ormai prossimo alle 50 primavere. Dopo la famiglia, la vita all'aperto è stato da sempre il suo secondo amore. Una vita nello sport con il grande hobby del giornalismo sportivo. Per poco non è diventata la principale attività lavorativa ma la passione non si è mai sopita. Basket e Calcio hanno rappresentato ed in parte tutt'ora lo sono parte della sua vita.... sport praticati a tutti i livelli, giocatore allenatore ed arbitro. Parimenti le esperienze radiofoniche con diverse emittenti e strutture locali e nazionali, sia web che FM. Laziale doc, amante di tutto il movimento biancoceleste che segue in diversi siti e blog. Con grande piacere ed entusiasmo si è lasciato coinvolgere dal progetto di SportBloggers.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.