Una super Reyer passa al PalaCarrara (82-90)

reyer1

LaA� ripartenza della Giorgio Tesi Group,A� nell’anticipo di ieri sera al Palacarrara, non A? stato certo delle piA? brillanti. Continua invece l’ascesa di una Rayer carica, inarrestabile che ha deciso di non arrendersi allaA� medaglia d’argento.

Il risultato finale di 82-90 A? probabilmente un risultato specchio di molti pronostici giA� fatti nei giorni precedenti.

La squadra di Moretti viene da uno stop forzato a causa dell’emergenza meteo che ha scombussolato la cittA� intera, comprese le manifestazioni sportive.

La voglia di tornare in campo, tornare a battersi e a sudare fino all’ultimo secondo A? stato lo spirito con cui Pistoia A? entrata in campo e A�con il quale ha giocato per un tempo e mezzo spiazzando la corazzata diA� Recalcati.

Con un +13 ad un minuto e mezzo del secondo tempino,A� una buona difesa, un Cinciarini migliore di quello visto nelle ultime partite sembrava che la squadra biancorossa avesse trovato la chiave giusta per sorprendere il suo pubblico e il suo avversario.

Ecco perA? cheA� come un fulmine a ciel sereno A�arriva l’infortunio di Milburne e le carte in tavola sembrano non essere piA? dalla parte della squadra toscana; i lagunari alzano l’intensitA� e si giocano bene ogni singolo errore avversario facendoli sprofondare in una confusione sigillata dal tiro dalla lunga distanza di Dulkys del sorpasso per 45-47.

Un terzo e quarto tempo teso, a tratti noioso con poche buoni azioni, tanti falli, tanti tiri da tre sbagliati e unA� Peric encomiabile.

Un Brown che sembra l’unico americano presente in campo,A� nonostante il lungo minutaggio di un HallA�preciso non in serata e la presenza decisamente poco appariscente di Easley che rimane con zero punti a referto a fine partita.

Nuovamente positive le prestazioni dei “due capitani”: quello reale, Ariel Filloy, che lotta sempre instancabile e agguerrito minuto dopoA� minuto e quello nominato a “furor di popolo”, Valerio Amoroso, che nonostante le scelte di coach Moretti avrebbe meritato qualche minuto in piA? sul parquet.

MercoledA� arriva il recupero della partita con Trento ed A�il pubblico pistoiese A�attende di festeggiare una non scontata vittoria in casa,A� prima della trasferta capitolina.

Giulia Carradori Ward

About Giulia Carradori Ward

View all Posts

Nata l' 11 luglio 1982 a Pistoia durante la finale dei mondiali di calcio Italia - Germania non sarei potuta certo che diventare una grossa appassionata di...Pallacanestro. Partita dalla mio paesello toscano, nel quale mi sono sempre sentita un po' stretta, approdo a Roma dove mi laureo nel 2006 in Scienze della Comunicazione dopo una serie di lavori in pub, pizzerie ed organizzazione eventi. Tornata in toscana inizio a collaborare con una testata locale ma tra lo stare e il partire ha nuovamente avuto la meglio la valigia ed un biglietto aereo per Dubai. Galeotto un deserto infinito, spiagge bianche ed un magico odore di spezie decido di rimanere, causa" innamoramento italo-palestinese in corso"( nonché ottime prospettive di lavoro). Sette anni di cambiamenti, di successi privati e professionali, l'apertura di una società di consulenza che insegna agli italiani come" internazionalizzarsi" e poi il rientro in Patria insieme al mio principe azzurro e all'amore della mia vita: mio figlio. 31 anni di curiosità, di amore per qualsiasi forma d'arte, di disordine cronico e di una maniacale voglia di mettere nero su bianco emozioni, sensazioni e pensieri dalle molteplici sfumature. Poi un tweet...e la mamma con la valigia atterra nel mondo degli SportBloggers...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.