Vicenza troppo rimaneggiato, al Menti il Modena passa facilmente grazie al Diablo Granoche (0-2)

Image00021

Erano di fronte allo Stadio a�?Mentia�? di Vicenza i due peggiori attacchi della serie cadetta ed il motivo A? stato presto chiaro agli spettatori. Un gioco incerto e a tratti sconclusionato ha caratterizzato sia il fronte biancorosso che quello gialloblu: partita decisa da due episodi e dal solito ‘diablo’ Granoche, che ha permesso al Modena di ottenere il primo successo in trasferta. Per contro si A? acutizzata la crisi del Vicenza, tra l’altro orfano del suo attacco titolare.

IL MATCH – Alto ritmo iniziale a dimostrare tutta la grinta e la buona volontA� dei 22 uomini scesi in campo. Il Modena spinge di piA? in avvio di gara, ma le marcature rigide sugli attaccanti canarini inibiscono la finalizzazione delle azioni offensive. Nel primo quarto d’ora una sola occasione, di marca vicentina, con un tiro fuori misura di Spiridonovic. Per assistere alla prima azione pericolosa dei canarini bisogna aspettare il 35′: mischia fortuita in area di rigore con un rimpallo che favorisce l’intervento dell’estremo difensore biancorosso. Da lA� a pochi istanti il vantaggio gialloblu: al 37′ Granoche arpiona il pallone crossato da Rubin e insacca alle spalle di Bremec.
Reazione immediata dei padroni di casa: Pinsoglio si supera su una conclusione dalla distanza di Spiridonovic e poi viene impegnato in alcune uscite su calcio d’angolo. Modena spaesato dall’assedio del Vicenza, che chiude in attacco la prima frazione di gara.

Il secondo tempo si trascina invece rimarcando le difficoltA� delle due formazioni nella costruzione del gioco: tanti errori da entrambe le parti e assenza di un’idea organica di gioco. Da segnalare tra le scarsissime emozioni una conclusione di Schiavone al 64′, parata da Bremec. Il Modena abbassa il baricentro e i biancorossi prendono coraggio. Il piA? pericoloso dei padroni di casa A? sempre il giovane austriaco Spiridonovic che costringe Pinsoglio alla respinta di pugno su un ottimo calcio piazzato. Il Vicenza ci mette cuore, il suo allenatore Lopez ce ne mette un po’ troppo e al 81′ viene espulso dall’arbitro Ripa per proteste. Il Modena si rivede solo all’86’ con un corner corto che mette Cionek in grado di concludere a rete di testa, ma Bremec interviene con successo. Finale convulso. Prima l’enorme rischio corso dai canarini con la deviazione involontaria di Cionek su tiro di Bartulovic: Pinsoglio conferma tutta la sua reattivitA� evitando l’autorete.
Modena sonnolento per tutta la seconda frazione di gara che si sveglia solo al 90′. Granoche su azione personale sfodera i ferri chirurgici e dopo essersi involato in posizione defilata rispetto allo specchio della porta riesce a beffare l’estremo difensore con la complicitA� del vicentino Camisa che devia il pallone creando una traiettoria imprendibile.

a�?

A�

About Matteo Brama

View all Posts

Veronese, alle soglie dei 50 anni ha 5 amori (Barbara, Jacopo, Joe, l'Inter e L'Hellas) e per non essere da meno pure 5 amanti (la corsa, la bici, la fotografia, la scrittura e lo sport in generale). Sportivamente parlando vanta un paio di record di cui va fiero: maggior numero di sport praticati in vita (ne ha perso il conto) nonché maggior numero di infortuni e fratture (che gli hanno valso il meritato soprannome di Swarosky). Nella sua quarantennale carriera sportiva è stato giocatore, guardalinee, arbitro, dirigente, presidente, allenatore, giornalista-fotografo-scrittore sportivo...Sta seriamente pensando di taroccare la carta d'identità per poter partecipare al corso arbitri e chiudere il cerchio per entrare nel guinness dei primati. E' fondatore e promotore di SportBloggers.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.