Volley A1 femminile: Conegliano stoppa Piacenza, Casalmaggiore Play Off matematici, ForlA� retrocede in A2.

Squadre in campo per la 19esima (4 match finiti al tie-break) giornata della Master Group Sport Volley Cup di A1 femminile. La regular season entra nel vivo, ogni partita A? ormai fondamentale per stabilire i piazzamenti in classifica che definiranno la griglia dei Play Off scudetto.

Ea�� proprio la��anticipo del sabato che ragala ai 5000 spettatori del PalaVerde di Treviso forse la piA? bella partita di questa stagione pallavolistica. La Imoco Volley Conegliano (voto 8) batte per 3-2 la corazzata Rebecchi NordMeccanica Piacenza (voto 6,5) dopo 2 ore e 15a�� di pure emozioni e mette una seria ipoteca sul secondo posto in classifica. Spettacolo allo stato puro e quattro set in altalena prima di un tie-break sempre condotto dalle padrone di casa che trionfano in gloria applaudite a lungo dal proprio pubblico. La Imoco aggredisce subito la capolista e si porta in vantaggio per 1-0 (25-21) grazie a un attacco scintillante (46% di squadra) e a un solo errore diretto in tutto il parziale. Piacenza come spesso capita quando si trova in svantaggio non si scompone e grazie alla grande esperienza e talento prima impatta il match (17-25) e poi si porta in vantaggio (21-25), facendo rivivere a Conegliano gli spettri della doppia netta sconfitta alla��andata e in SuperCoppa Italiana. La squadra di Marco Gaspari non puA? e non vuole lasciare strada a Piacenza, il pubblico inizia a diventare un fattore e spinge le proprie beniamine al tie-break (25-21) e proprio nel set conclusivo Conegliano gioca con grinta e grande calma e infligge alla Rebecchi la terza sconfitta stagionale (15-11). Per la Imoco come sempre sugli scudi le sue schiaccatrici Fiorin (25), Nikolova (22) e Barcellini (17). Per Piacenza super Bosetti (34 punti col 56% da��attacco), Meijners (20) e Van Hecke (17).

Nella��altro big match di giornata una rediviva Liu-Jo Modena (voto 7+) sconfigge in volata la Unendo YamamaY Busto Arsizio (voto 6,5) reduce da settimane di importanti risultati. Modena senza Cardullo, out per il resto della stagione, schiera Perinelli nello spot di libero e dopo un set di a�?rodaggioa�? vinto dalla ospiti (19-25) si scrolla di dosso paure ed insicurezze e pareggia con un set vinto ai vantaggi (28-26) che dA� grande carica a squadra e pubblico. Terzo e quarto parziale sono in netta alternanza tra le due formazioni: Busto ritorna in vantaggio (16-25), Modena fa leva su un muro eccezionale (20 a fine match contro gli 8 delle lombarde) e pareggia (25-21). Al tie-break Modena riesce a condurre le danze dalla��inizio alla fine (5-3, 12-7 e 15-11) e coglie un successo per certi versi insperato che le permette di difendere il quarto posto in classifica dalla��attacco della stessa Unendo YamamaY. Per la squadra di Mauro Chiappafreddo quattro atlete vanno in doppia cifra (Piccinini e Fabris 19, Rousseaux 18 e Heyrman 16), per le varesine vanno addirittura in tre sopra i venti punti (Ortolani 23, Buijs 21 e Arrighetti 20) ma non A? bastato.

Altro tie-break al PalaMondolce di Urbino tra le padrone di casa della Robur Tiboni (voto 7-) e la Foppapedretti Bergamo (voto 6). Urbino A? in crescita e conquista un punto molto importante nella lotta alla��ottavo posto playoff mentre Bergamo prosegue nel suo momento di leggero appannamento riuscendo comunque a rimanere al terzo posto in classifica. La Robur Tiboni gioca tre set di buon livello poi perA? cede un poa�� alla distanza e lascia via libera alle orobiche. Le padrone di casa partonoA� molto bene e seppur con fatica vanno in vantaggio (28-26), la Foppa perA? non ci sta alza la��intensitA� del suo attacco e pareggia subito (17-25 col 50% in attacco di squadra). La squadra di Stefano Micoli perA? capisce che puA? essere una giornata propizia e si riporta in vantaggio vincendo il terzo set (25-18). Da qui in avanti ne esce una��altra partita, Urbino cala vistosamente e Bergamo con la solita buona correlazione muro-difesa impatta le sorti del match nettamente (15-25). Nel tie-break Urbino parte bene (5-2 e 10-9) ma sul piA? bello si ferma e il team di Stefano Lavarini spinto da una grande Diouf (28 punti) riesce a venire a capo di un match che forse pensava potesse essere meno complicato. Urbino che ora ha nel mirino i playoff (Ornavasso A? a +2 e tra due settimane ca��A? Urbino-Ornavasso) conquista un buon punto e si dimostra in crescita grazie ai colpi pesanti di Kostic (13) e della��esperta Negrini (12).

Vince e si qualifica matematicamente per la post season la PomA� Casalmaggiore (voto 7,5) che strapazza (3-0) la Openjobmetis Ornavasso (voto 5) che pare in difficoltA� nelle ultime settimane. Match a senso unico con le casalasche di Alessandro Beltrami che non danno mai modo alle piemontesi di entrare in partita. Molto fallosa Ornavasso (26 errori in tre set), ordinata e cinica la PomA� che sta crescendo in maniera esponenziale in questo frangente di stagione. Solo nella parte centrale del primo set le ospiti riescono a restare in partita e in vantaggio (7-8 e 13-16), da lA� in poi A? un monologo rosa (25-22 e 25-20 i primi due set). Nel terzo il vantaggio assume distacchi abissali (8-4, 16-9, 21-9) con la chiusura sul 25-12. Vittoria netta in un match sentito con rivalitA� che si trascina fin dai tempi della B1 per Casalmaggiore (Stevanovic 13, Lipicer 12) che con questi tre punti si qualifica aritmeticamente ai play off. Ornavasso (Tom 12) si giocherA� tutto nella trasferta di Urbino del 6 aprile visto che il calendario offre due difficili sfide a Conegliano e Bergamo ma in questi anni le Api di Massimo Bellano hanno sempre regalato sorprese e nulla A? comunque scontato.

Chiude la giornata la vittoria della Ihf Frosinone (voto 6,5) che vince per 3-2 (25-11, 21-25, 24-26, 25-19 e 15-11) contro la Banca di ForlA� (voto 4 al campionato) condannandola alla retrocessione matematica in A2. Match ininfluente per la classifica in chiave play off con ForlA� che prova a giocarsi le ultime speranze di salvezza, giA� ridotte al lumicino dopo la vittoria di Frosinone della scorsa settimana contro Modena, ma cede anche alle laziali (battute 3-1 alla��andata) e saluta con tre giornate di anticipo il massimo campionato. Da segnalare i 39 punti messi a segno da Gioli nelle fila di Frosinone. Per ForlA� super Bezarevic con 27 punti.

Riposava la Igor Gorgonzola Novara.

 

Edoardo Matella

Edoardo Matella

About Edoardo Matella

View all Posts

Sono nato a Novara il 20 febbraio del 1980 e abito ad Omegna (VB), piccolo centro sul lago d'Orta, alto Piemonte. Fin da ragazzo ho coltivato la passione per lo sport e per la pallavolo nello specifico. Inizio presto ad allenare, ritagliandomi una discreta carriera nelle cosiddette "minors" (Omegna, Ornavasso, Verbania, Castelletto Ticino, Domodossola ed Arona) con un paio di esperienze importanti all'Asystel Novara e al Chieri Volley Club alle quali però non sono riuscito a dare seguito. Smessi i panni del coach dall'agosto 2013 sono dirigente con mansioni di Team Manager delle squadre giovanili dell'Omegna Calcio 1906, dove cerco di portare un po' della mia esperienza maturata in tanti anni di sport! Ora provo a dilettarmi nel raccontarvi cosa accade nel campionato di volley di A1 femminile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.