Zona Zulie: Anno nuovo, polemiche vecchie

Ben ritrovati, cari amici di a�?Sportbloggers.ita�� e, anche se un pelino in ritardo, buon anno!

Anno nuovoa��polemiche vecchiea��

Siamo ancora qua a parlare di rigori si o no, fuorigioco millimetrici, buona o malafede, di a�?er Sistemaa�? e via andarea��che noia!

Parliamo di cose concrete, i bla bla bla lasciamoli agli Aurelio Chiagna�� & Fottia�� De Laurentiis, al violinista, ecc.

Nel concreto, ca��A? che la Juve, rallentata alla Befana da una��Inter che sente finalmente la��effetto Mancini, torna a +3 dopo aver rifilato tre babA� al Napoli in quel del San Paolo, mentre i giallorossi, dopo aver vinto con la��aiutone anche ad Udine, hanno impattato 2 a 2 nel derby.

Un derby che Totti e compagni meritavano di perdere: nel primo tempo ca��A? stata solo la Lazio, portatasi infatti sul 2 a 0. Quindi, sul 2 a 1, capitan Mauri centrava il palo, prima del pareggio di Totti (doppietta per lui), che si lasciava poi andare a quella��indegna e coatta esultanza col selfie. E senza nemmeno beccare il gialloa��

Ma, da uno che sono venta��anni che sputa e sfancula senza ritegno e quasi sempre impunito, che ci si aspettava?

Riparte la Fiorentina, dopo la��improvvida sconfitta col disastrato Parma, peraltro tornato a perdere in quel di Verona, dove la��Hellas ritrova la vittoria grazie anche alla��umiltA� a�� per una volta a�� del suo tecnico Mandorlini, che si piega al cambio di modulo (dal 4-3-3 al 3-5-2), dando finalmente spazio a Saviola, che dimostra subito di che pasta A? fatto.

Del ritorno ai tre punti della Viola ne fa le spese il Palermo che, scioccato per la��improvvisa perdita della stella Dybala a�� infortunatosi nel riscaldamento- va in bambola, anche se poi rischia di recuperare. Alla fine A? 4 a 3 per la squadra di Montella, sempre la a�?bella incompiutaa�? del campionato.

Crolla il Milan, sconfitto dal Sassuolo alla ripresa, e poi graziato dal Torino: urge raddrizzare la barca, altrimenti il credito di SuperPippo rischia di vaporizzare Seedorf-style.

Continua a precipitare il Cesena, che concede la prima vittoria al nuovo Cagliari di Zola; forse non era Bisoli il problema, per i romagnolia��

Brodino tra Chievo e Atalanta, coi bergamaschi che hanno questa pericolosa tendenza a farsi rimontare. Un punto utile ciascuno, vista la sconfitta della��Empoli contro la Samp. Unica metA� di Genova felice, perchA� i a�?cuginia�? rossoblA? sono la vittima della��Inter.

Ora, per i malmessi, ca��A? la prova da��appello della Coppa Italia, quella che non frega a nessuno finchA� non rimane la��unica cosa che si puA? vincerea��

Ancora ferma la Bundesliga in Germania, in Inghilterra riprende la corsa del Chelsea, che approfitta nuovamente dei balbettii del Manchester City. I cui a�?cuginia�? dello United hanno rallentato, fino alla sconfitta casalinga col Southampton. I a�?Saintsa�� soffiano il terzo posto ai Red Devils, mentre dietro continuano le montagne russe di Liverpool, Tottenham e Arsenal.

In Spagna, A? ripartito male il Real, sconfitto dal Valencia. Ma non ne ha saputo approfittare il Barcellona, sconfitto in casa della Real Sociedad, e foriero di problemi interni, tra uffici e spogliatoio, e con la grana del clamoroso possibile addio di Leo Messi.

Entrambe le capolista hanno comunque saputo rifarsi: la squadra di Ancelotti con un rotondo 3 a 0 sulla��Espanyol, i catalani vincendo lo scontro diretto con la��AtlA�tico Madrid.

Chiudiamo con la Francia, dove il PSG si diverte a sprecare i a�?regalia�? che la��Olympique Marsiglia tende a fargli ultimamente. OM sconfitto sul campo della��ostico Montpellier? La squadre della Capitale spreca il doppio vantaggio a Bastia, crollando 4 a 2. ArriverA� a fine campionato Blanc?!

Fatto anche il primo numero del 2015a��avanti tutta!

Federico Zuliani

Federico Zuliani

About Federico Zuliani

View all Posts

Classe '82, juventino dalla placenta, nonostante la laurea in Scienze Politiche ha ben presto capito che la politica era meglio prenderla in giro che studiarla. Messe quindi da parte le varie ipotesi di riforma del sistema elettorale, ha scelto di dar libero sfogo al proprio umorismo abrasivo col ‘Pagellone’, attraverso cui dà i voti ai protagonisti della politica locale. Del medesimo argomento, di Sport e di tanto altro scrive sul settimanale LegnagoWeek. Collabora inoltre con altre testate cartacee e online, occupandosi di vari temi. Per ovviare allo stress dell’attività giornalistica nell’agone politico, si dedica alla “cultura del cibo”. In seguito a questa passione, ha intrapreso l’attività di food blogger, recensendo ristoranti, discutendo di ricette e litigando coi buchi della cintura. Mangia, prega, ama e impreca a Legnago.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.