Zona Zulie: Avanti adagio

Edizione decisamente a�?fuori tempo massimoa�?, per questa settimana. Colpa dello spezzatino in campionato e del subito conseguente ultimo, decisivo turno dei gironi di Champions League.

La tre giorni europea ci consegna la��eliminazione della Roma dalla massima competizione continentale: un secco 2 a 0 del Manchester City alla��Olimpico e giallorossi che dovranno accontentarsi della��Europa League.

Dove, con la��aggiunta della squadra di Garcia, avremo ben 5 formazioni, dato che anche il Toro ha centrato il passaggio del turno, dopo che Fiorentina, Inter e Napoli avevano fatto il loro dovere.

A rappresentare la��Italia nella fu Coppa dei Campioni, dunque, rimane solo la Juventus.

Che fa il minimo indispensabile: il punticino che le manca, con uno scialbo 0 a 0 casalingo contro la��AtlA�tico Madrid, che replica quello altrettanto smorto di venerdA� scorso a Firenze.

Bravo Allegri a riscattare la figuracce del troppo esaltato Conte lo scorso anno. Ma molto meno bravo sul come.

Una squadra con quella��atteggiamento non puA? e, soprattutto, non merita di stare nella��A�lite del calcio europeo.

Basta guardare come giocano Real Madrid, Bayern Monaco, Barcellona. Ma anche Borussia Dortmund e, anche se magari non sempre, Chelsea e PSG.

Purtroppo la��ex tecnico del Milan, dopo aver raggiunto il top con la��atteso passaggio dalla difesa a 3 a quella a 4, ha iniziato a palesare tutta una serie di difetti a�?contiania�?.

I fastidiosi e scentrati lanci di Bonucci; i continui passaggi indietro; Pirlo sempre e comunque. E, soprattutto, quella��osso da brodo di Llorente piazzato lA� davanti a far nulla, quando con lo scintillante Morata potremmo giocare in campo aperto come fanno le grandi vere.

Invece la��ex Real Madrid langue in panchina; a cosa A? servito spendere 20 milioni per lui, e cedere Immobile (che in Champions segna quasi un gol a partita) per poi puntare sulla mummia di Pamplona? Misteri.

Non lamentiamoci, comunque; ca��A? chi sta peggio. Vedi appunto la Roma, che va sotto 2 a 0 contro il Sassuolo (doppietta di Zaza: speriamo che la Juve non lo butti via come sta facendo con Gabbiadini), e agguanta il pareggio solo grazie agli aiutini. E poi viene sbattuta fuori dalla Champions, con Totti piantato lA� a far nulla, in campo per nome e non per merito, con Destro ingiustamente relegato a fare il tappabuchia��

Se la godono invece a Genova: Genoa e Sampdoria sono, rispettivamente, terza e quarta. La squadra di Gasperini inforca il Milan, mentre la Samp strapazza in trasferta un Verona sempre piA? in caduta libera.

Continua, invece, di contro, la ripresa dei a�?cuginia�? gialloblA?: il Chievo va a vincere a Cagliari, con gli isolani che stanno pagando caro la��effetto Zemana��

Ormai non A? piA? una novitA� il bel campionato della��Empoli, che mette in crisi un Napoli che ha sempre i tre soliti problemi: la discontinuitA�, un Hamsik fantasma e una difesa imbarazzante.

Dolori in terra emiliano-romagnola: il Cesena, dopo essersi fatto rimontare dal 2 a 0 al 2 a 3 dalla��Atalanta (che riparte, in ottica salvezza) esonera Bisoli e chiama Di Carlo, mentre il Parma rimane ultimissimo, e spera nella fantomatica cordata russo-cipriota.

Mancini, se continua cosA�, farA� rimpiangere Mazzarria��per la gioia di un altro che A? stato sulla panchina della��Inter: Stramaccioni, che sta facendo benissimo a Udine.

Ma il Toro, invece, si sveglia o no? Maha��gli A? giA� andata di lusso ad aver pareggiato col sempre bel Palermo, trascinato al solito dal a�?mioa�? Dybala e che, senza tutti quei pali presi, sarebbe in piena corsa Championsa��

E ora tocca ai campionati esteri, che questa settimana si sono conquistati la copertina. Non ho resistito, dopo la quinta vittoria di fila del a�?mioa�? United. Zitto zitto quatto quatto, quella��istrione di Van Gaal ha portato i a�?Red Devilsa�� al terzo posto, nonostante gli infortuni in serie e qualche equivoco tattico ancora irrisolto.

Al contempo, si rallenta la corsa della capolista Chelsea, che cade sul campo del Newcastle. Ne approfitta per riavvicinarsi il Manchester City, che pare aver superato il momento di appannamento, come dimostrato anche in coppa con la Roma.

In Germania, torna alla vittoria il Borussia Dortmund, mentre non si ferma mai il Bayern Monaco, che batte il Bayer Leverkusen, unica inseguitrice a non vincere. Il a�?mioa�? Werder, invece, ne becca cinque a Francofortea��

Nella Liga, continua inarrestabile la corsa ai record di Cristiano Ronaldo e del Real di Ancelotti. Il Barcellona prova a tener botta, rifilando cinque reti alla��Espanyol nel derby cittadino. Vincono anche AtlA�tico e Siviglia, mentre continua ad andare col freno a mano il Valencia.

Chiudiamo come sempre con la Ligue 1 francese, dove la��eroico Olympique Marsiglia conserva il suo punto di vantaggio sul PSG, mentre dietro di loro continua la risalita il Lione. Vittorie anche per St. Etienne e Bordeaux, tra le inseguitrici. Tre punti anche per il Monaco, che poi festeggia con il primo posto nel proprio girone di Champions.

Fatta anche questa volta, nonostante una��influenza piA? cattiva degli ultras del Deportivoa��

A�

Federico Zuliani

Federico Zuliani

About Federico Zuliani

View all Posts

Classe '82, juventino dalla placenta, nonostante la laurea in Scienze Politiche ha ben presto capito che la politica era meglio prenderla in giro che studiarla. Messe quindi da parte le varie ipotesi di riforma del sistema elettorale, ha scelto di dar libero sfogo al proprio umorismo abrasivo col ‘Pagellone’, attraverso cui dà i voti ai protagonisti della politica locale. Del medesimo argomento, di Sport e di tanto altro scrive sul settimanale LegnagoWeek. Collabora inoltre con altre testate cartacee e online, occupandosi di vari temi. Per ovviare allo stress dell’attività giornalistica nell’agone politico, si dedica alla “cultura del cibo”. In seguito a questa passione, ha intrapreso l’attività di food blogger, recensendo ristoranti, discutendo di ricette e litigando coi buchi della cintura. Mangia, prega, ama e impreca a Legnago.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.