Zona Zulie: Ciao, Asto

Care amiche e cari amici di ‘Zona Zulie’,

Torno online dopo un paio di settimane di assenza – per le quali mi scuso, ma purtroppo molteplici impegni mi hanno impedito di mantenere il ritmo della rubrica – e con sommo dispiacere non posso che aprire la rubrica parlando della tragica, inattesa, inspiegata scomparsa del capitano della Fiorentina, Davide Astori.

Come ormai tutti ben saprete, il difensore 31enne cresciuto nelle giovanili del Milan A? stato trovato senza vita nella stanza dell’albergo in cui i viola alloggiavano per la sfida in casa dell’Udinese.

Una perdita assurda – in primis per la compagna e la figlioletta – che ha scosso il mondo del calcio e non solo.

Ovviamente non conoscevo Astori di persona, ma calcisticamente mi piaceva, e si capiva che non era lo stereotipo del calciatore testa di legno.
Dando anch’io le mie condoglianze alla famiglia, agli amici, ai compagni e a chi ha giocato con lui e alla ACF Fiorentina, auspico che non ci sia (o non ci sia giA� stato) qualche demente tifoso della mia stessa squadra che, proprio per la squadra nella quale militava, che dica (o abbia detto) spropositi in merito a questa tragedia…

E veniamo ora al calcio giocato, che per la Serie A si limita sostanzialmente agli anticipi, dato che il campionato A? stato poi sospeso in virtA? di quanto sopra.

Tre le partite giocate nella giornata di sabato: SPAL-Bologna, finita 1-0 per i padroni di casa, che fanno cosA� punti importanti nella corsa salvezza.

E’ toccato quindi alla sfida incrociata tra le battistrada Napoli e Juventus con le romane: dapprima i bianconeri sono riusciti a sbancare l’Olimpico in pieno recupero, grazie a una magia di Paulo Dybala, vendicandosi della sconfitta allo ‘Allianz Stadium’ con la Lazio. Quindi, nel ‘big match’ serale, la Roma ha centrato un clamoroso 4-2 al ‘San Paolo’, imprimendo una svolta importante al campionato.

Con questi risultati, infatti, la Juventus si riporta a -1 dai partenopei, e con la gara interna con l’Atalanta da recuperare mercoledA� della settimana prossima.

Ci trasferiamo ora in Inghilterra, dove il Manchester City A? sempre piA? dominante, dopo essersi sbarazzato anche del Chelsea di Antonio Conte (1-0).
Gli ‘Sky Blues’ hanno ora 16 punti di vantaggio sulla seconda, ossia i ‘cugini’ dello United, che hanno faticato non poco per avere la meglio sul Crystal Palace, rimontando un doppio svantaggio prima di il gol del 2-3 al 91A� con Matic.
Terza piazza per il Liverpool, che batte 2-0 il Newcastle, mentre con lo stesso risultato il Tottenham si sbarazza dell’Huddersfield, restando a 2 punti dai ‘Reds’ e mandando a -5 dalla zona Champions proprio il Chelsea.

La Bundesliga A? ormai finita, con il Bayern Monaco (0-4 in casa del Friburgo) che ha 20 punti di vantaggio sullo Schalke04 secondo, che con l’1-0 interno sull’Herta Berlino scavalca gli acerrimi rivali del Borussia Dortmund, fermati sull’1-1 a Lipsia e agguantati al terzo posto dall’Eintracht Francoforte (1-0 casalingo con l’Hannover).

Quasi finita, di fatto, anche la Liga spagnola, dopo che il Barcellona ha battuto (1-0, rete di Leo Messi) l’AtlA�tico Madrid nello scontro diretto, ricacciandolo a -8.
Il Real Madrid rimane lontanissimo (-15), nonostante la vittoria sul Getafe (3-1), sempre inseguito a un punto dal Valencia, che batte 2-0 il Betis Siviglia, con rete finale del ‘nostro’ Simone Zaza.

E, ovviamente, giochi fatti pure in Francia, col PSG (0-2) a Troyes a +14 sul Monaco (2-1 col Bordeaux), mentre il Marsiglia continua il periodo no e pareggia in casa solo al 95A� (1-1) contro il Nantes di Claudio Ranieri. Ancora in rete Mario Balotelli, che apre le marcature nel 2-1 casalingo del ‘suo’ Nizza contro il Lille: per ‘SuperMario’ A? la 14ima rete in campionato.

Felice di essere tornato, vi auguro una buona settimana di Champions League!

Federico Zuliani

About Federico Zuliani

View all Posts

Classe '82, juventino dalla placenta, nonostante la laurea in Scienze Politiche ha ben presto capito che la politica era meglio prenderla in giro che studiarla. Messe quindi da parte le varie ipotesi di riforma del sistema elettorale, ha scelto di dar libero sfogo al proprio umorismo abrasivo col ‘Pagellone’, attraverso cui dà i voti ai protagonisti della politica locale. Del medesimo argomento, di Sport e di tanto altro scrive sul settimanale LegnagoWeek. Collabora inoltre con altre testate cartacee e online, occupandosi di vari temi. Per ovviare allo stress dell’attività giornalistica nell’agone politico, si dedica alla “cultura del cibo”. In seguito a questa passione, ha intrapreso l’attività di food blogger, recensendo ristoranti, discutendo di ricette e litigando coi buchi della cintura. Mangia, prega, ama e impreca a Legnago.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.