Zona Zulie: Gerarchie ristabilite

Portate pazienza se questa settimana sarA? decisamente partigiano, ma la soddisfazione di sabato sera A? stata troppo grande per trattenermi e fare il professionale.

La Juventus vince lo scontro diretto contro il Napoli ed effettua il sorpasso in classifica sui partenopei, conquistando la vetta della classifica per la prima volta in questa stagione.

E, lasciatemelo dire, A? esattamente lA� che meritiamo di starea��

Per quanto fatto in questi anni, per la rosa a disposizione di Allegri, per il blasone, la Signora deve essere sempre nei paraggi della vetta.

Bianconeri a +1, dunque, grazie al a�?jollya�� pescato da Zaza a un paio di minuti dalla fine, quando il piA? giusto 0 a 0 si andava ormai concretizzando.

Gioia che esplode per i campioni in carica, ma assolutamente nessun rammarico da parte dei partenopei, che stanno facendo un campionato straordinario e sono ancora lA�, la differenza A? davvero minima.

La partita A? stata brutta: la tensione era tanta, i bianconeri erano (e, ahimA?, sono) incerottati, mentre gli azzurri hanno forse sofferto la pressione di giocarsi dopo tantissimo tempo una sfida del genere.

Risultato? Squadre bloccate, attesi bomber (HiguaA�n e Dybala) dalle polveri bagnate (al a�?Pipitaa�� non A? arrivato un pallone buono, mentre la a�?Joyaa�� non ha concluso al meglio la��unica vera occasione avuta), poco spettacolo ma contava il risultato.

Le due hanno giA� da tempo fatto il vuoto dietro di sA�: la lotta A? tutta per il terzo posto e, in tal senso, importantissima la vittoria in rimonta della Fiorentina sulla��Inter (2 a 1).

Nerazzurri, brutti, nervosi, col solito Mancini indisponente e un Icardi che i compagni farebbero bene a prendere a calci nel sedere.

Viola che invece sta tornando ad esprimere il bel gioco di inizio stagione, e che non si perderA� come giA� successo nei cicli precedenti, il prossimo anno potrebbe tentare il colpaccio.

Al quarto posto sala la Roma, che scavalca proprio la��Inter, e conferma sempre di piA? che il problema era ormai Rudi Garcia.

Giallorossi tornati in piena corsa Champions, per la quale si puA? considerare in piena corsa anche il Milan, che batte il Genoa 2 a 1, sembra aver trovato la quadra, anche se permane la��equivoco Balotellia��i tifosi milanisti portino pazienza fino a giugno, poi a�?(poco)Super Marioa�� se ne tornerA� al Liverpool senza passare per il viaa��

I a�?cuginia�� laziali rimango staccati da questo treno nonostante la rotonda vittoria (5 a 2) contro la��Hellas Verona che rimane tristemente ultimo, e per giunta con le dirette concorrenti quasi tutte a punti.

La Samp strappa infatti un punto alla��Atalanta (0 a 0), mentre il Frosinone va addirittura a vincere sul campo della��Empoli (1 a 2), rivelandosi la a�?bestia neraa�� dei toscani, battuti anche alla��andata.

Disastro Palermo: prende 3 gol in casa dal Toro, il giovane portiere Alastra (subentrato a capitan Sorrentino vittima di un infortunio) gliene risparmia almeno una��altra cinquina ed ecco pronto la��ennesimo cambio in panchina: Giorgio Bosi torna a guidare la Primavera rosanero dopo un solo match al comando dei a�?grandia��, con la Prima Squadra che riaccoglie finalmente Beppe Iachini, con tanto di scuse pubbliche da parte del vulcanico presidente Zamparini.

Bologna sempre piA? squadra del momento, dopo la vittoria corsara a Udine (1 a 0); 1 a 1 indolore, infine, tra Chievo e Sassuolo.

Beffa atroce al 95A� inoltrato per Claudio Ranieri e il suo Leicester City, che con un uomo in meno cede solo alla��ultimo istante nello scontro diretto contro la��Arsenal.

a�?Foxesa�� in vantaggio con un rigore trasformato da Vardy, poi forse il tecnico romano ha troppa fretta di tamponare i a�?Gunnersa��, togliendo trapattonianamente Mahrez per un difensore.

Gli uomini di Wenger pareggiano con Walcott, trovando poi il 2 a 1 alla��ultimo respiro col rientrante Welbeck, reduce da un lunghissimo infortunio.

Nella��altra sfida di vertice, il sempre piA? convincente Tottenham sbanca la��Ethiad Stadium (1 a 2), staccando ulteriormente il City (a -4) e rimanendo incollato ai a�?cuginia�� di Londra Nord, a solo -2 dalla vetta.

Ancora male lo United, che perde in casa col Sunderland e ora ha pure il fiato sul collo del Southampton, che in Galles batte lo Swansea del a�?nostroa�� Guidolin, e si porta a un solo punto dallo United.

Roboanti vittorie, infine, per Chelsea e Liverpool: i a�?Bluesa�� strapazzano per 5 a 1 in casa il Newcaste, mentre fanno ancora meglio i a�?Redsa��, che con un tennistico 6 a 0 sbancano il a�?Villa Parka��.

Il Bayern sarA� anche incerottato, ma intanto continua a dominare la Bundesliga, dopo il 3 a 1 in trasferta inferto alla��Augsburg.

Tiene botta il Borussia Dortmund, che col minimo sforzo (1 a 0) batte la��Hannover tra le mura amiche e si conferma a -8 dai bavaresi.

Al terzo posto il Bayer Leverkusen, grazie al 2 a 1 in trasferta sul campo del Darmstadt agguanta la��Herta Berlino, sconfitto a Stoccarda per 2 a 0.

Vincono tutte le a�?biga�� in Spagna: tennistico 6 a 1 (con tanto di rigore-assist di Messi a Suarez) del Barcellona al Celta Vigo, 4 a 2 interno del Real sulla��Athletic Bilbao, e 1 a 0 in trasferta sul campo del Getafe per la��AtlA�tico Madrid.

I blaugrana continuano a guidare la classifica con 3 punti (e una partita da recuperare) sui a�?Colchonerosa��, a loro volta in vantaggio di un solo punto sui a�?cuginia�� in bianco.

Tra le a�?terrestria��, continua ad andare benissimo il Villareal, che batte 1 a 0 il Malaga e rafforza il proprio quarto posto, mentre il Siviglia si libera del Las Palmas con un casalingo 1 a 0.

Prima vittoria, infine, per il Valencia targato Gary Neville: 2 a 1 in casa contro la��Espanyol.

Si concede un turno di semi-pausa il PSG, che con ampio turnover in ottica Champions non va oltre lo 0 a 0 casalingo contro il Lilla.

Ma, quasi fosse una cosa fatta apposta, dietro (per quanto inutile sia comunque la cosa) non ne approfitta nessuno: pareggio tra St. Etienne (terzo) e Monaco (secondo), un solo punto anche per il Nizza (terzo a pari merito coi verdi) che pareggia a Marsiglia con la��OM.

Pare confermato il risveglio del Lione: 4 a 1 interno contro il Caen, mentre la��Angers cade a Rennes (1 a 0) e il Bordeaux vince 4 a 2 sul campo del Guingamp.

A? tutto, ora concentrazione massima sul ritorno delle coppe europee!

Federico Zuliani

Federico Zuliani

About Federico Zuliani

View all Posts

Classe '82, juventino dalla placenta, nonostante la laurea in Scienze Politiche ha ben presto capito che la politica era meglio prenderla in giro che studiarla. Messe quindi da parte le varie ipotesi di riforma del sistema elettorale, ha scelto di dar libero sfogo al proprio umorismo abrasivo col ‘Pagellone’, attraverso cui dà i voti ai protagonisti della politica locale. Del medesimo argomento, di Sport e di tanto altro scrive sul settimanale LegnagoWeek. Collabora inoltre con altre testate cartacee e online, occupandosi di vari temi. Per ovviare allo stress dell’attività giornalistica nell’agone politico, si dedica alla “cultura del cibo”. In seguito a questa passione, ha intrapreso l’attività di food blogger, recensendo ristoranti, discutendo di ricette e litigando coi buchi della cintura. Mangia, prega, ama e impreca a Legnago.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.