Zona Zulie: L’asticella si alza…

Vittorie importanti, delle due prime della classe, nella tredicesima giornata del campionato di Serie A 2014-a��15.

Domenica, nel pre-posticipo delle 18, la Juventus portava a casa in maniera pazza i tre punti nel a�?Derby della Molea��, battendo i a�?cuginia�? del Toro per 2 a 1, in pieno recupero (e con la��uomo in meno per la��espulsione di Lichtsteiner), grazie ad una magia da fuori area di Andrea Pirlo.

I bianconeri hanno sofferto, sono apparsi sottotono (probabilmente stanchi per le fatiche di Champions), ed hanno subito un gol a�?assurdoa�? dal carneade terzino brasiliano granata Bruno Peres, dopo essersi portati in vantaggio con un rigore trasformato da Arturo Vidal.

Poi, quando ormai sembravano due punti persi, ecco il coniglio dal cilindro del a�?Maestroa�?. Che, come sapete, chi scrive considera ormai a�?non indispensabilea�? (anzi), ma ciA? non toglie che probabilmente quel gol poteva farlo solo luia��

Nel posticipo a�?classicoa�?, poi, imposizione di carattere da parte della Roma, che rifila quattro reti (a 2) alla��Inter, dove il Mancini-bis non pare stia dando i frutti sperati, anche se A? oggettivamente presto per giudicare.

Le a�?lepria�? scappano, e dietro si rallenta: Sampdoria e Napoli si annullano a vicenda, con la��1 a 1 strappato alla��ultimo respiro dai partenopei, grazie al sussulto del bomber di scorta Zapata.

Ne approfitta il Genoa, che strapazza 3 a 0 il Cesena, supera i a�?cuginia�? e agguanta il Napoli al terzo posto, con un Matri sempre in grande spolvero, dopo la��abiura bianconera e il disastroso anno sulla��asse Milan-Fiorentina.

Sale il Milan che, seppur a fatica, ha la meglio su una��Udinese un poa�� in crisi, grazie al a�?solitoa�? Menez, mai cosA� decisivo finora in carriera.

Continua a frenare anche la Lazio, bloccata sullo 0 a 0 a Verona dal Chievo, e col a�?caso Klosea�? che ribolle: il tedesco A? stufo di far panchina. Ma Pioli fa bene, perchA� Djordjevic segna a raffica e perchA� ormai il tedesco A? sul viale del tramonto. Non A? diventato brocco, ma velocitA� e forza non sono certo quelle degli anni migliori, e anche secondo me a�?Saltoa�? ha piA? senso a�?alla Altafinia�? ai tempi della Juve, che come titolare.

Importante successo esterno per la Fiorentina, che ribalta il Cagliari in Sardegna con un rotondo 4 a 0, che riavvicina la Viola alla a�?zona Europaa�?.

Di contro, la squadra di Zeman viene riassorbita nella a�?zona caldaa�?, dove continua a sprofondare il Parma, battuto anche a Palermo.

Per i rosanero, gol del a�?solitoa�? Dybala, ormai uomo-mercato a tutto tondo e, dopo il pareggio di Palladino, rete-vittoria direttamente su punizione di capitan Barreto, vera anima della squadra.

Atalanta ed Empoli impattano sullo 0 a 0, mentre il Sassuolo centra un bel successo su un Hellas Verona sempre piA? in crisi, e col a�?condottieroa�? Mandorlini che inizia ad essere discusso e in discussione, specie per la sua cocciutaggine (vedi la��ostracismo verso Saviola e, di contro, la cieca insistenza su un Toni che appare davvero bollito).

Andiamo alla��estero, partendo come sempre dalla a�?perfida Albionea�?, dove si A? conclusa da poco la prima parte del turno infrasettimanale.

Il Manchester United, pur senza brillare sempre, ha iniziato a ingranare. Vittoria decisa sabato sulla��Hull City (3 a 0), successo sofferto ma messo in cascina poco fa contro lo Stoke City per 2 a 1.

Riparte anche il Liverpool, che sabato aveva battuto lo stesso Stoke, e si A? poi confermato vincendo per 3 a 1 sul campo del Leicester City. Evidentemente ai a�?Redsa�? fa fin troppo bene la��assenza di Balotellia��

Si attende ora il Chelsea capolista (che affronterA� tra le mura amiche di a�?Stamford Bridgea�� il Tottenham), e le sue immediate inseguitrici, Southampton e Manchester City. I a�?Saintsa�� vanno alla��Emirates Stadium, per affrontare un Arsenal in altalena, e con un Wenger forse davvero in discussione per la prima volta in un ventennio (circa) a Londra Nord.

I a�?Citizensa��, invece, vanno a far visita al Sunderland, squadra impegnata nella lotta-salvezza.

In Germania, pur facendo fatica, il Bayern centra la��ennesima vittoria, battendo in trasferta la��Hertha Berlino per 1 a 0 grazie al gol di Robben.

Vincono anche le inseguitrici: il Wolfsburg ha la meglio di misura nello scontro diretto col Borussia Ma��Gladbach, mentre il Bayer Leverkusen strapazza per 5 a 1 il Colonia.

Ancora sconfitto il Borussia Dortmund, che perde 2 a 0 a Francoforte contro la��Eintracht.

Il a�?mioa�? Werder stravince per 4 a 0 in casa contro il Paderborn, mentre va segnalato il pirotecnico 4 a 3 con cui la��Hoffenheim batte in casa la��Hannover.

Passiamo alla Liga, dove la marcia del Real A? sempre poderosa, anche se i a�?Blancosa�? hanno dovuto soffrire per avere la meglio sul Malaga. Non quanto gli eterni rivali del Barcellona, comunque, che sbancano il a�?Mestallaa�� di Valencia solo al 93A�, grazie al gol di Sergio Busquets.

Vince anche la��AtlA�tico Madrid, 2 a 0 sul decaduto Deportivo La CoruA�a. Vittoria, infine, pure per il Siviglia, che con un rotondo 5 a 1 si sbarazza del Granada e super il Valencia al quarto posto, che vale i preliminari Champions.

Chiusura francese come sempre, per questa rubrica: la��Olympique Marsiglia mantiene la testa del campionato, ma stasera si A? fatto rallentareA� – dopo la vittoria nel weekend a�� dal Lorient, che la��ha rimontato in casa per la��1 a 1 finale. Il boccino passa quindi nelle mani del PSG, che vincendo a Lilla potrebbe operare il sorpasso sulla a�?Banda Bielsaa�?.

Torna alla vittoria il Monaco, che batte il Lens per 2 a 0 grazie ai a�?solitia�? Berbatov e Ferreira-Carrasco. Il Lione, strapazzato per 3 a 0 dal St. Etienne domenica, cerca il riscatto giovedA� con lo Stade de Reims, nobile decadute nella quale giocarono Raymond Kopa e Just Fontaine, e che perse due finali di Coppa dei Campioni contro il Real Madrid di Puskas e Di Stefano (dove proprio Kopa andA? a giocare).

Momento non per il Nantes che, dopo la sconfitta di Marsiglia, cade anche il casa contro il Tolosa, che si rifA� cosA� del 3 a 2 subito in casa sabato contro il Lorient. Il Bordeaux, infine, sarA� impegnato a Metz.

E anche stavolta ci siamoa��CIAO!

A�

Federico Zuliani

Federico Zuliani

About Federico Zuliani

View all Posts

Classe '82, juventino dalla placenta, nonostante la laurea in Scienze Politiche ha ben presto capito che la politica era meglio prenderla in giro che studiarla. Messe quindi da parte le varie ipotesi di riforma del sistema elettorale, ha scelto di dar libero sfogo al proprio umorismo abrasivo col ‘Pagellone’, attraverso cui dà i voti ai protagonisti della politica locale. Del medesimo argomento, di Sport e di tanto altro scrive sul settimanale LegnagoWeek. Collabora inoltre con altre testate cartacee e online, occupandosi di vari temi. Per ovviare allo stress dell’attività giornalistica nell’agone politico, si dedica alla “cultura del cibo”. In seguito a questa passione, ha intrapreso l’attività di food blogger, recensendo ristoranti, discutendo di ricette e litigando coi buchi della cintura. Mangia, prega, ama e impreca a Legnago.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.