Zona Zulie: Ma il cielo A? sempre piA?…viola!

Testa della classifica (e copertina di a�?Zona Zuliea��) ampiamente meritata, per la Fiorentina di Paulo Sousa, che anche in trasferta a Genova contro la Sampdoria (dove la situazione di Walter Zenga si fa complicata, con la��esonero dietro la��angolo), vince e convince.

Il tecnico portoghese A? stato bravo a restare nel solco del bel gioco proposto dal suo predecessore Montella, ma apportando una fondamentale modifica: qualche ricamo barocco in meno, e una sana dose di killer instinct in piA?.

A far coppia con la Viola, in vetta, ca��A? in maniera decisamente meno meritata la��Inter.

I nerazzurri portano a casa la��ennesimo successo sparagnino e stiracchiato facendo praticamente un solo tiro in porta, contro un Toro bello e sfortunato, e che avrebbe meritato altro che il pareggioa��

Insegue, ad un solo punto, la Roma che vince il derby, grazie anche a una questione di centimetri (corsi e ricorsi storicia��), dato che il fallo su Dzeko (ammesso che effettivamente ci fosse e, anche su questo, si potrebbe discutere) era fuori dalla��area di rigore, e sarebbe stata quindi una punizione dal limite e non un penalty, la giusta sanzione da fischiare.

In ogni caso, i giallorossi si sono dimostrati piA? quadrati e predisposti a una sfida cosA� delicata, rispetto ai a�?cuginia��, che devono ancora fare quel salto di qualitA� a livello di mentalitA�, per poter aspirare ad abitare stabilmente i piani altissimi del calcio nostrano.

Chiude il quartetto delle a�?prime della classea�� il Napoli, che grazie al solito Higuain (capocannoniere) ha la meglio sulla sempre scorbutica Udinese.

A guidare il gruppo delle a�?altrea�� A? la��altra grande rivelazione del campionato: il Sassuolo, che come una a�?biga�� che si rispetti porta a casa i 3 punti col minimo sforzo contro un Carpi rinvigorito dal ritorno in panchina di Fabrizio Castori, dopo la��esonero e la��interregno di Beppe Sannino.

Una scelta della proprietA� (e di qualche consigliere a�?esternoa��a��) che ha portato alle dimissioni del DS Sean Sogliano e dei suoi collaboratori.

Vince, ma ancora senza convincere, la Juventus.

Il risultato A? abbastanza netto, 3 a 1, ma la prestazione non A? stata un granchA�, il terzo gol era pure viziato da fuorigioco e, comunque, la sensazione di una squadra consapevole della sua forza non la sia ha mai davvero, rispetto agli anni precedenti.

In ogni caso, nelle ultime due giornate i bianconeri hanno fatto punteggio pieno, segno comunque di una parziale ripresa.

Ma sarA� dopo la sosta a�� che concede poco riposo, visti i tanti convocati dalle rispettive Nazionali a�� che la Signora dovrA� dare le risposte (piA? o meno definitive), in Europa contro il Manchester City e prima, in campionato, contro il Milan.

Proprio i rossoneri sono la delusione di giornata: dopo tre vittorie consecutive e relativi proclami, ecco un misero 0 a 0 casalingo contro una��Atalanta che forse, ai punti, avrebbe pure meritato di piA?a��

Nella a�?zona caldaa�� si fa sempre piA? difficoltosa la situazione della��Hellas Verona, dove Mandorlini sembra davvero essere a rischio.

I gialloblA? perdono in casa contro un Bologna rivitalizzato dalla cura-Donadoni.

Si salva, per il momento, Iachini, il cui Palermo ha la meglio a�� seppur di misura a�� in casa contro un Chievo decisamente rallentato rispetto alla��ottima partenza di stagione.

Pareggio, infine, tra Frosinone e Genoa: un 2 a 2 che forse scontenta entrambe, ma A? comunque sempre un punto ciascuno da mettere in cascina.

Apriamo lo spazio del calcio internazionale dando la copertina inglese al Leicester di Claudio Ranieri, sorprendentemente secondo e, soprattutto, ad un solo punto dal duo di testa, formato da Arsenal e Manchester City.

Tanto i a�?Gunnersa�� quanto i a�?Citizensa��, infatti, non sono andati oltre il pareggio: i primi, nel derby di Londra Nord, hanno dovuto inseguire contro il Tottenham che, andato in vantaggio con Harry Kane, ha pure rischiato di infliggere il colpo del KO, prima del pareggio di Gibbs.

I secondi, invece, non sono andati oltre un deludente 0 a 0 a Birmingham, contro la��Aston Villa.

Ne approfitta anche il Manchester United che, vittorioso in casa per 2 a 0 contro il WBA, si porta a soli 2 punti dalla vetta.

Prima sconfitta, invece per il Liverpool targato Klopp, fermato in casa per 2 a 1 dalla��ostico e sorprendente Crystal Palace.

Non fa invece nemmeno piA? notizia, ormai, il periodaccio del Chelsea: la squadra di Mourinho perde ancora, a Stoke e la classifica dice -15 dalla vetta e solo +3 sulla zona retrocessionea��

Non fa notizia nemmeno che il Bayern, in Bundesliga, impieghi solo un tempo (il primo), per rifilare un 4 a 0 allo Stoccarda, con Guardiola che addirittura schiera la sua squadra col WM (3-2-5)!

A tener botta, impedendo che il campionato sia finito giA� a Natale, A? il a�?solitoa�� Borussia Dortmund, che vince il derby contro lo Schalke04 e si mantiene ad una distanza ancora accettabile dai primi della classe: -5.

Poi A? un abisso, col Wolfsburg terzo a -8 dai gialloneri, dopo la sconfitta a Mainz.

Perde anche il Bayer Leverkusen, sconfitto in casa per 2 a 1 dal Colonia.

Scialbo 0 a 0 casalingo, invece, per il Borussia Ma��Gladbach, stoppato dal certamente non irresistibile Ingolstadt.

Torna alla vittoria, invece, il a�?mioa�� Werder Brema, che sbanca Augsburg per 2 a 1.

Cade il Real Madrid, sconfitto da per 3 a 2 in trasferta da un Siviglia in salsa bianconera, dato che 2 dei 3 gol andalusi portano la forma di ex-juventini quali Ciro Immobile e Fernando Llorente.

Ne approfitta ovviamente il Barcellona, che vincendo in casa contro il Villareal con un netto 3 a 0 si issa in vetta solitaria alla Liga.

Terzo posto, ad un solo punto dai a�?cuginia��, per la��AtlA�tico di Diego Simeone, partito un poa�� a singhiozzo e vincitore solo nei minuti di recupero, in casa contro lo Sporting GijA?n.

Di impatto, infine, la vittoria per 5 a 1 del Valencia in casa del Celta Vigo, fino ad ora vera sorpresa del campionato spagnolo.

Si ristabiliscono (almeno in parte) le gerarchie, in Ligue1 dove, dietro al solito PSG (che ha battuto 5 a 0 in casa il Tolosa) si (ri)porta il Lione, che spazza via con un netto 3 a 0 casalingo il St. Etienne.

Ancora male le a�?decadentia�� Monaco e Marsiglia: i monegaschi cadono a Bordeaux (3 a 1), mentre la��OM incassa la��ennesima sconfitta interna, stavolta contro il Nizza (1 a 0).

A? tutto anche per questo appuntamento pre-sosta, che significa pausa pure per a�?Zona Zuliea��a��il cui autore, nel frattempo, lavorerA� a nuove puntate di a�?All Time XIa��!

A�

Federico Zuliani

Federico Zuliani

About Federico Zuliani

View all Posts

Classe '82, juventino dalla placenta, nonostante la laurea in Scienze Politiche ha ben presto capito che la politica era meglio prenderla in giro che studiarla. Messe quindi da parte le varie ipotesi di riforma del sistema elettorale, ha scelto di dar libero sfogo al proprio umorismo abrasivo col ‘Pagellone’, attraverso cui dà i voti ai protagonisti della politica locale. Del medesimo argomento, di Sport e di tanto altro scrive sul settimanale LegnagoWeek. Collabora inoltre con altre testate cartacee e online, occupandosi di vari temi. Per ovviare allo stress dell’attività giornalistica nell’agone politico, si dedica alla “cultura del cibo”. In seguito a questa passione, ha intrapreso l’attività di food blogger, recensendo ristoranti, discutendo di ricette e litigando coi buchi della cintura. Mangia, prega, ama e impreca a Legnago.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.