Zona Zulie: Merry ChristmaZ

Pensavate mi fossi dimenticato di voi?!

Suvvia!

 

Semplicemente, dovevo smaltire la delusione di Supercoppa (a proposito: un plauso, ovviamente sarcastico, ai geni che hanno fissato la partita di lunedA� alle 18.30a��la��Italia pallonara A? sempre piA? ridicola!), dato che dopo averla praticamente giA� messa in bacheca, la a�?miaa�? Juventus se la��A? fatta scappare.

Anche se, diciamola tutta, forse A? stato giusto cosA�. Onestamente mi pare che il Napoli ci abbia messo qualcosa di piA? nei 120 minuti, vedi anche i legni presi e le paratone di un Buffon in formato 2006 (o quasi), ma che non A? purtroppo bastato.

 

Certo, quando poi stai portando a casa un trofeo cosA�, e mandi a calciare il rigore decisivo al piA? scarparo che hai in squadraa��

 

Ecco, questa A? la grande colpa di Max Allegri, piA? che la��aver tolto Pirlo. A� vero, meritava di piA? la sostituzione un Vidal tornato abulico come sempre in questa stagione dopo il a�?risveglioa�? di Cagliari, ma non A? che il a�?Maestroa�? stesso combinando granchA�a��come da molto tempo a questa parte, del resto, anche se pare se ne accorgano in pochi, perchA� Pirlo A? uno di quelli che bisogna dirgli bravo a prescindere.

 

Un poa�� come Totti, che bisogna schierarlo a tutti i costi, giocando con uno in meno e bruciando un talento giovane come Mattia Destroa��

 

Ma, da��altro canto, siamo il Paese che cede il giovane e talentuoso italiano Bryan Cristante per far giocare la��ultratrentenne a�?fabbroa�? olandese Nigel De Jonga��

 

 

VabbA?, basta con gli sfoghi, andiamo ad analizzare la��ultima giornata 2014 di questo campionatoa��

 

La Juve ha vinto a Cagliari, mentre la Roma A? stata bloccata da un Milan che sta maturando, e cosA� le distanze sono tornate i tre punti dello scontro diretto: tutto comunque ancora apertissimo, tra le due, per la corsa al titolo di a�?campioni da��invernoa�?.

 

Al rientro dalla sosta, nel classico match della Befana, la Juventus ospiterA� la��Inter, che ha chiuso la��anno continuando nel suo percorso contraddittorio. Bella la rimonta su una Lazio sempre bella e incompiuta, ma quanta fatica!

 

La Roma va invece ad Udine, campo che non A? semplice per nessuno.

 

Quindi i giallorossi avranno il derby, mentre la Juventus sarA� di scena al San Paolo, per cercare la rivincita dopo la delusione del Qatar.

 

Alla��ultima giornata, infine, i bianconeri ritroveranno quel Verona che affronteranno qualche giorno prima anche in Coppa Italia, mentre la squadra di Garcia dovrA� andare a Palermo, una delle squadre del momento (che deve perA? imparare a chiudere le partite, per non fare la fine di Bergamoa��).

 

 

Serratissima pure la lotta per il terzo posto, con Lazio, Napoli e Sampdoria appaiate a 27 punti, seguite dai a�?cuginia�? di questa��ultima, il Genoa a un solo punto di distacco, ma con anche Milan e Fiorentina nei paraggi.

 

PiA? complicata la rincorsa della��Inter, che per un posto in Europa (sia quella a�?grandea�? sia quella a�?piccolaa�?) si trova davanti pure Udinese e Palermoa��

 

 

In fondo, continua a sprofondare il Parma, ammorbato dai guai societari, e distratto dal traballante cambio di proprietA�.

 

Ancora messo decisamente male il Cesena: la cura Di Carlo non sta portando questi grandi effettia��

 

A Cagliari A? saltato Zeman: al suo posto arriva Gianfranco Zola, eroe di casa ma un debuttante in Serie A, dopo le esperienze come vice (ma si diceva che il vero CT fosse lui) di Pierluigi Casiraghi alla��Under-21 e la panchina degli inglesi (targati Pozzo) del Watford.

 

Gli isolani devono dare un colpo di reni, altrimenti rischiano che quelle davanti mettano la distanza di sicurezza, anche se tra le veronesi, la��Atalanta, ma anche Toro ed Empoli, A? una bella bagarre.

E ora andiamo in Inghilterra, dove si gioca anche con le feste: domani ca��A? il tradizionale turno del a�?Boxing Daya��: il Chelsea capolista ospita il sorprendente (quarto posto) West Ham, mentre la��unica vera rivale della a�?banda Moua��, il Manchester City, farA� visita al WBA. I loro a�?cuginia�? dello United ospitano il Newcastle, la��Arsenal attende il QPR e il disastrato Liverpool va a Burnley.

Sosta in Germania, dove il Bayern domina incontrastato, e il Borussia Dortmund scivola sempre piA? giA?: A? ultimo, battuto perfino dalla Werder Brema, che con questo successo cede proprio ai gialloneri la palma di a�?grande decadutaa�? di questo torneo tedesco.

Ferma anche la Liga, dove il Real Madrid mantiene la vetta nonostante una partita in meno, avendo saltato la��ultimo turno di campionato per la��impegno nel Mondiale per Club, che ha peraltro vinto, battendo in finale gli argentini del San Lorenzo, noti soprattutto per essere la squadra tifata con grande calore e passione da Papa Francesco.

In Francia, infine, la��Olympique Marsiglia approfitta del mezzo passo falso del PSG, costretto allo 0 a 0 casalingo dal Montpellier, per allungare in testa alla classifica, avendo la meglio per 2 a 1 contro lo scorbutico Lille. Nel frattempo i parigini sono scivolati al terzo posto, scavalcati da un Lione in stato di grazia, con un Lacazette sontuoso, che va a vincere 5 a 0 sul campo del Bordeaux. Vincono anche St. Etienne e Monaco, allungando e scavalcando rispettivamente proprio sui girondini.

a��e per questo 2014 A? tutto, Buon Natale e Buon Anno da a�?Zona Zuliea��!

Federico Zuliani

Federico Zuliani

About Federico Zuliani

View all Posts

Classe '82, juventino dalla placenta, nonostante la laurea in Scienze Politiche ha ben presto capito che la politica era meglio prenderla in giro che studiarla. Messe quindi da parte le varie ipotesi di riforma del sistema elettorale, ha scelto di dar libero sfogo al proprio umorismo abrasivo col ‘Pagellone’, attraverso cui dà i voti ai protagonisti della politica locale. Del medesimo argomento, di Sport e di tanto altro scrive sul settimanale LegnagoWeek. Collabora inoltre con altre testate cartacee e online, occupandosi di vari temi. Per ovviare allo stress dell’attività giornalistica nell’agone politico, si dedica alla “cultura del cibo”. In seguito a questa passione, ha intrapreso l’attività di food blogger, recensendo ristoranti, discutendo di ricette e litigando coi buchi della cintura. Mangia, prega, ama e impreca a Legnago.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.