Zona Zulie: Rieccoci!

Amiche e amici di ‘Zona Zulie’, ben ritrovati!

Sì, lo so, il rientro dopo la sosta natalizia era previsto prima rispetto ad ora, ma per una serie di motivi il vostro editorialista non ha potuto dedicarsi ai suoi pochi ma affezionatissimi lettori come avrebbero meritato, e di questo mi scuso.

Comunque eccoci di nuovo qui, a parlare di questo avvio del girone di ritorno, con anche un’appendice di mercato, visto che il nostro protagonista di copertina è Krzysztof Piątek, passato dal Genoa al Milan grazie a un inizio di stagione scoppiettante, e che in maglia rossonera si è subito confermato, eliminando il Napoli dalla Coppa Italia con una doppietta, e andando poi in rete anche nell’1-1 contro la Roma, che è stato un po’ il big match di giornata.

Una giornata che, ai piani alti, ha sorriso solo al Napoli, che ha regolato con un secco 3-0 la Sampdoria, e si prepara a salutare capitan Hamsik, destinazione Cina.
Successo importante, quello degli uomini di Ancelotti, perché i blucerchiati sono una delle più belle realtà stagionali, tra le compagini meno in vista.

Rallenta, invece, la capolista Juventus, che sciupa un 3-1 casalingo sul Parma, che riesce ad agguantare il pari in pieno recupero grazie ad un sontuoso Gervinho, che con Roberto Inglese, compone una coppia offensiva davvero interessante.

I bianconeri sono in un momento poco brillante: a giri minimi contro il Chievo, vittoria immeritata e sofferta con la Lazio, eliminazione clamorosa con l’Atalanta in Coppa Italia (un secco 3-0 per gli orobici), e adesso appunto il pari coi ducali.
Nell’ambiente si dice che la causa sia la preparazione mirata all’impegno europeo: lo si vedrà presto, visto che tra 2 settimane è ora di Champions League.

Se non altro, Max Allegri ha ritrovato Cristiano Ronaldo, un po’ scarico nelle ultime uscite, e che ha piazzato una doppietta contro i crociati.
In compenso, persiste un “problema Dybala“: l’argentino è troppo sacrificato a fare il centrocampista, e si vede che ne soffre…
Sarebbe un peccato perdere un talento del genere…

Va peggio all’Inter, sconfitta in casa dal Bologna (0-1) che ha appena cambiato allenatore, con Mihajlovic al posto Pippo Inzaghi, silurato dopo la manita incassata al “Dall’Ara” contro il Frosinone, ieri poi sconfitto dalla Lazio (altro 0-1).

Nella “zona calda”, occasione sprecata dal Chievo, che a Empoli si era portato sul doppio vantaggio contro i toscani, che sono poi riusciti ad agguantare il pari grazie alla doppietta di Ciccio Caputo, vero trascinatore della squadra di Beppe Iachini.

Contro squadre di zona meno pericolante, strappano un punto SPAL, Udinese e Genoa, che pareggiano (0-0 i primi, 1-1 le altre) rispettivamente contro Torino, Fiorentina e Sassuolo.

Cade, invece, il Cagliari, contro un’Atalanta corsara in Sardegna (0-1).

 

Si fa scoppiettante la lotta al vertice in Premier League, con il Manchester City che strapazza 3-1 l’Arsenal (tripletta di Aguero) e si porta a soli 3 punti dal Liverpool capolista, bloccato sull’1-1 sul campo del West Ham.
Terza piazza per il Tottenham, che sta rispondendo bene all’assenza di Harry Kane, e vince 1-0 con il Newcastle, quarto il Chelsea di Sarri, che piazza un rotondo 5-0 sull’Huddersfield.
Continua, infine, la rincorsa del Manchester United, che batte anche il Leicester City, e si porta a ridosso della zona Champions.

 

In Germania è di nuovo crisi per il Bayern Monaco, sconfitto 3-1 sul campo del Bayer Leverkusen, mentre la capolista Borussia Dortmund non va oltre l’1-1 sul campo dell’Eintracht Francoforte, e vede la più immediata inseguitrice Borussia M’Gladbach accorciare le distanze, grazie al 2-0 esterno sullo Schalke04.
Quarto il Lipsia, che consolida la posizione col 3-0 di Hannover.

 

Nella Liga, il Barcellona allunga a +6 nonostante il pari casalingo 2-2 col Valencia, grazie alla sconfitta dell’Atlètico Madrid a Siviglia col Betis (1-0).
Approfitta dello scivolone dei Colchoneros anche il Real Madrid, che batte 3-0 l’Alaves e si porta a sole 2 lunghezze dai “cugini”.
Rallenta anche il Siviglia, quarto, sconfitto 1-0 a Vigo con il Celta.

 

In Francia, infine, prima sconfitta in campionato per il PSG, sconfitt0 2-1 a Lione (terzo), e ora con 10 punti di vantaggio sul Lilla, che strapazza 4-0 il Nizza.
Appena già dal podio, il St. Etienne non va oltre lo 0-0 interno contro lo Strasburgo.

 

Bene cari amici, è stato un piacere ritrovarvi, appuntamento alla prossima!

Federico Zuliani

About Federico Zuliani

View all Posts

Classe '82, juventino dalla placenta, nonostante la laurea in Scienze Politiche ha ben presto capito che la politica era meglio prenderla in giro che studiarla. Messe quindi da parte le varie ipotesi di riforma del sistema elettorale, ha scelto di dar libero sfogo al proprio umorismo abrasivo col ‘Pagellone’, attraverso cui dà i voti ai protagonisti della politica locale. Del medesimo argomento, di Sport e di tanto altro scrive sul settimanale LegnagoWeek. Collabora inoltre con altre testate cartacee e online, occupandosi di vari temi. Per ovviare allo stress dell’attività giornalistica nell’agone politico, si dedica alla “cultura del cibo”. In seguito a questa passione, ha intrapreso l’attività di food blogger, recensendo ristoranti, discutendo di ricette e litigando coi buchi della cintura. Mangia, prega, ama e impreca a Legnago.