Zona Zulie: Si affaccia ‘a Maggica

Dovessimo guardare solamente alla classifica – e ai risultati che hanno portato ad essa – dovrebbe ovviamente parlare di come la Juve, faticando non poco, abbia approfittato dei pareggi di Napoli e Inter per livellare la corsa alla vetta, che l’ha vista superare i nerazzurri e portarsi a un solo punto dai partenopei.

In veritA�, il tema di questa settimana deve doverosamente essere la crescita esponenziale della Roma. Di cui, in veritA�, avevamo giA� accennato nelle scorse settimane, e che A? ampiamente emersa in questa, anche grazie al netto 3-0 di Champions inflitto allo spocchioso Chelsea di Antonio Conte.
Eusebio Di Francesco A? un tecnico davvero bravo, e finalmente il suo lavoro a Trigoria sta dando frutti, sia dal punto del vista del gioco, sia da quello del carattere. A Firenze, dopo esser stati rimontati una seconda volta, i giallorossi potevano accontentarsi e pensare che non era giornata. E’ finita che hanno trovato la rete altre due volte.

Rete che, invece, il Napoli non ha saputo trovare in casa del Chievo, coi padroni di casa abili a imbrigliare tatticamente la macchina tanto bella quanto forse un po’ stanca e monotona di Maurizio Sarri. Il suo omologo Maran finge un 4-3-2-1, con una punta in meno e Castro da affiancare a Birsa. In veritA� l’argentino diventa l’ombra di Jorginho, con Radovanovic libero di raddoppiare su Hamsik e Zielinski, in aiuto alle mezzali. Se poi Mertens va poco, di Callejon ci si accorge solo quando la speaker ne annuncia il cambio e Lorenzo Insigne si trova di fronte un Cacciatore in stato di grazia…

Nel frattempo, a Torino, una punizione e tanto catenaccio facevano sognare il Benevento e la mezza Italia anti-juventina. Ma il ritrovato HiguaA�n e Cuadrado hanno saputo raddrizzarla, togliendo cosA� un po’ di attenzione al prolungarsi del momento negativo di Paulo Dybala. L’argentino si A? spento dopo l’ultima sosta per le Nazionali, chissA� che con questo nuovo viaggio in Patria non ritrovi le batterie perdute.

L’Inter non va oltre l’1-1 casalingo e in rimonta contro un Toro gagliardo, e per una volta sono i ‘cugini’ rossoneri a sorridere, sbancando il campo del Sassuolo e salvando la panchina di Vincenzo Montella.

Nella lotta salvezza, importante vittoria del Cagliari (2-1) nello scontro diretto con l’Hellas Verona, mentre sono d’oro i 3 punti che il Crotone porta a casa da Bologna.

Chiudiamo con il ‘Derby della Lanterna’, vinto da una Sampdoria in stato di grazia, e che ha portato all’esonero del tecnico genoano Juric.

Forse A? un po’ presto per dirlo, ma dopo il weekend la Premier League si A? avviata ad essere una faccenda che riguarda solo ed esclusivamente il Manchester City di Pep Guardiola, che si sbarazza dell’Arsenal (3-1) e ringrazia il Chelsea per aver stoppato lo United (1-0, gol di Morata). I ‘Red Devils’ vengono agguantati al secondo posto dal Tottenham, che si sbarazza con il minimo sforzo del Crystal Palace.
Bel 4-1 esterno del Liverpool in casa del West Ham.

Adesso A? ufficiale: il problema del Bayern Monaco era davvero Carlo Ancelotti. Via lui, i bavaresi sono rinati, e nello scontro diretto hanno strapazzato il Borussia Dortmund con un eloquente 3-1 in casa dei gialloneri, superati in classifica dal Lipsia, vittorioso in casa contro l’Hannover (2-1).

In Spagna vincono tutte le big: il Barcellona riesce ad avere la meglio su di un tenace Siviglia (2-1), mentre con due facili 3-0 il Valencia e il Real Madrid si sbarazzano rispettivamente di Leganes e Las Palmas.

In Ligue1 il PSG se la passa facile anche senza Neymar, come dimostrato dal 5-0 di Angers. Con un tennistico 6-0 il Monaco si sbarazza del Guigamp e mantiene la seconda piazza, inseguito da Lione e Marsiglia, che si sono fatte notare per due bei 5-0, rispettivamente a St. Etienne e in casa col Caen. Torna alla vittoria anche il Nantes di Claudio Ranieri (2-1 casalingo contro il Tolosa) , ora quinto in classifica.

E’ tutto, ora sosta per le Nazionali ci leggiamo tra due settimane!

Federico Zuliani

About Federico Zuliani

View all Posts

Classe '82, juventino dalla placenta, nonostante la laurea in Scienze Politiche ha ben presto capito che la politica era meglio prenderla in giro che studiarla. Messe quindi da parte le varie ipotesi di riforma del sistema elettorale, ha scelto di dar libero sfogo al proprio umorismo abrasivo col ‘Pagellone’, attraverso cui dà i voti ai protagonisti della politica locale. Del medesimo argomento, di Sport e di tanto altro scrive sul settimanale LegnagoWeek. Collabora inoltre con altre testate cartacee e online, occupandosi di vari temi. Per ovviare allo stress dell’attività giornalistica nell’agone politico, si dedica alla “cultura del cibo”. In seguito a questa passione, ha intrapreso l’attività di food blogger, recensendo ristoranti, discutendo di ricette e litigando coi buchi della cintura. Mangia, prega, ama e impreca a Legnago.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.