Zona Zulie: Un G1G1 da record

Perdonatemi, se oggi la mia juventinitA� emergerA� piA? del dovuto ma, anche in virtA? della dolorosa (e tutto sommato immeritata, a mio parere) eliminazione europea di mercoledA�, penso sia un atto dovuto.

Apro quindi questa edizione di a�?Zona Zuliea�� celebrando il record di Gigi Buffon, che ha battuto il ventennale primato di inviolabilitA� della propria rete in campionato di Sebastiano Rossi.

Lo faccio con un piacere ancora maggiore, dovuto al fatto che a�� lo ammetto senza problemi a�� ho fatto fatica e mi ci A? voluto del tempo per affezionarmi a SuperGigi.

Un poa�� perchA� non mi piaceva troppo il suo atteggiamento troppo sopra le righe dei primi anni (in questo sono mooolto bonipertiano), un poa�� (o soprattutto) perchA� occupava il posto di uno dei miei eroi bianconeri assoluti come Angelo Peruzzi.

E questo perchA�, inconsapevolmente, dentro di me sentivo che Buffon a�� a differenza della��erede diretto di a�?Tysona��, il per noi disgraziatissimo Van der Sar a�� avrebbe lasciato un segno tangibile in casa-Juve.

Beh, lo ha fatto talmente tanto a�� diventando un grande capitano e condottiero a�� che, alla prossima revisione del catalogo a�?All Time XIa��, inserirA? lui al posto di Combi come piA? grande portiere della storia bianconera.

Certo, se poi riuscisse anche ad alzare al cielo la Coppa dei Campionia��

Ma veniamo ora al campionato, con la Juve che supera agilmente (4 a 1, e tanti saluti alle polemiche arbitrali) lo scoglio-derby a�� inguaiando i a�?cuginia��, che rischiano sempre di piA? di essere risucchiati nella lotta per non retrocedere a�� e mantiene le distanze col Napoli, che ha saputo ben rispondere alla squadra di Allegri, vincendo in rimonta (3 a 1) col Genoa, grazie al solito Gonzalo HiguaA�n, sempre piA? bomberissimo di questa stagione.

Le due battistrada, inoltre, approfittano per allungare sulle inseguitrici, dato che Roma e Inter si sono stoppate a vicenda (1 a 1), cosa da cui a�� a loro volta a�� non hanno invece saputo trarre vantaggio Fiorentina e Milan.

La Viola A? stata bloccata da un combattivo Frosinone al a�?Matusaa�� (0 a 0), mentre i rossoneri hanno firmato un deludentissimo pareggio (1 a 1) contro una Lazio non certo in forma smagliantea��

E la riconferma di Mihajlovic a fine stagione, in quel di Milanello, appare sempre piA? lontanaa��

Nella zona calda, i giochi si fanno davvero intricati: il Carpi va a vincere a Verona contro la��Hellas (2 a 1), affossando molto probabilmente in maniera definitiva i gialloblu, e agganciando il treno che da qui alla��ultima giornata si prepara a regalare diverse emozioni.

Sono infatti coinvolte, oltre le squadre giA� citate: il Palermo (0 a 0 ad Empoli), la��Udinese (1 a 1 sul campo del Sassuolo), la Sampdoria (sconfitta in casa da un Chievo che ormai pare definitivamente al sicuro), e lo stesso Genoa.

Ha preso un poa�� di vantaggio, da deve comunque stare attenta, una��Atalanta tornata alla vittoria (2 a 0) contro un Bologna che si A? forse un attimo rilassato, visto il campionato fatto finora.

Continua alla grande, in Premier League, la marcia (si spera trionfale) del Leicester, che riesce a vincere anche in casa della��ammazza-grandi Crystal Palace, mantenendo cosA� il vantaggio sulle sue immediate inseguitrici, ossia la coppia di Londra Nord formata da Tottenham (a -5, e vittorioso per 3 a 0 in casa contro il Bournemouth) e Arsenal che vince per 2 a 0 in trasferta a Liverpool contro la��Everton ma che, con una partita in meno, A? a -11a��).

A? probabilmente finito definitivamente fuori dai giochi per il titolo il Manchester City, che perde a�� in casa a�� il derby con lo United, trionfante grazie alla rete del baby-prodigio Rashford, e ora a un solo punto in classifica dai a�?cuginia��.

Clamoroso ribaltone subito dal Liverpool: in vantaggio per 2 a 0 a Southampton, si fa rimontare dai padroni di casa fino alla sconfitta per 3 a 2. Grande protagonista il a�?nostroa�� Graziano PellA�, che segna il gol del momentaneo pareggio, e serve la��assist per entrambe le altre reti.

A proposito di italiani, bene anche Guidolin, il cui Swansea vince in casa (1 a 0) contro il derelitto Aston Villa.

Chiudiamo col Chelsea che, in attesa di Antonio Conte, non va oltre il 2 a 2 casalingo contro il West Ham, meravigliosamente quinto a pari merito coi a�?Red Devilsa��.

Stallo totale, in Bundesliga, per le prime due posizioni, date le vittorie tanto del Bayern (1 a 0) a Colonia quanto del Borussia Dortmund (3 a 1 in trasferta ad Augsburg), separate sempre da 5 punti.

Per le altre posizioni a�?nobilia��, importante vittoria dello Schalke04 (2 a 1) in casa contro il a�?Gladbach (scontro diretto), mentre vincono anche Bayer Leverkusen (2 a 0 a Stoccarda) ed Herta Berlino (2 a 1 in casa contro la��Ingoldstadt).

Nella Liga, rallenta il Barcellona, che in casa del Villareal si fa rimontare dallo 0-2 al 2-2.

Un risultato che si rivela comunque positivo, stante la sconfitta della��AtlA�tico Madrid (2 a 1) patita sul campo dello Sporting GijA?n.

Il Real Madrid si rilancia (parzialmente), strapazzando 4 a 0 il Siviglia al a�?Bernabeua��, mandando in gol la BBC al completo (quarta rete del subentrato JesA�).

Chiudiamo con la Francia, dove il PSG giA� campione fa beneficenza e, in quello che sulla carta era lo scontro massimo di vertice (ossia prima contro seconda), cede il passo tra le mura amiche al Monaco (0 a 2).

I monegaschi consolidano cosA� la seconda piazza, mantenendo il +5 sul Nizza, a sua volta vittorioso (3 a 0) in casa contro la��Ajaccio.

Tra le a�?nobilia�� (decisamente decadute), vince il Lione (2 a 0 in casa contro il Nantes), pareggia il Bordeaux (1 a 1 interno col Bastia) e crolla definitivamente il a�?mioa�� Marsiglia, massacrato al a�?Velodromea�� per 5 a 2 dal Rennes.

Prossima settimana sosta pasquale (e per le Nazionali), ci si rilegge tra 15 giorni!

Federico Zuliani

Federico Zuliani

About Federico Zuliani

View all Posts

Classe '82, juventino dalla placenta, nonostante la laurea in Scienze Politiche ha ben presto capito che la politica era meglio prenderla in giro che studiarla. Messe quindi da parte le varie ipotesi di riforma del sistema elettorale, ha scelto di dar libero sfogo al proprio umorismo abrasivo col ‘Pagellone’, attraverso cui dà i voti ai protagonisti della politica locale. Del medesimo argomento, di Sport e di tanto altro scrive sul settimanale LegnagoWeek. Collabora inoltre con altre testate cartacee e online, occupandosi di vari temi. Per ovviare allo stress dell’attività giornalistica nell’agone politico, si dedica alla “cultura del cibo”. In seguito a questa passione, ha intrapreso l’attività di food blogger, recensendo ristoranti, discutendo di ricette e litigando coi buchi della cintura. Mangia, prega, ama e impreca a Legnago.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.